L' Italia vince 2-0 in Bosnia e va alla Final Four





Missione compiuta. L'Italia a Sarajevo doma la Bosnia (2-0) in scioltezza, vince il girone e vola alle Final four di Nations League. A trascinare gli azzurri il Gallo Belotti che torna al gol con la nazionale (non segnava dal 15 novembre 2019, proprio contro la Bosnia nelle qualificazioni europee) e uno scatenato Lorenzo Insigne che mette in mostra tutto il suo repertorio magico: giocate decisive, sacrificio senza palla, personalità nell’andare a ruggire anche in difesa. Ma nell'orchestra azzurra ha funzionato davvero tutto, da Bastoni che alla sua seconda presenza in difesa gioca da veterano a Jorginho, sicuro e pulito in regia. Dagli interni Barella e Locatelli, due pile Duracell, a Berardi che sulla destra è ispirato, duetta a meraviglia con Belotti e assesta il colpo del k.o. alla Bosnia.La differenza tra le due squadre è messa in evidenza anche dalle statistiche. Gli azzurri fanno registrare il 62 per cento di possesso palla, collezionano 15 tiri, di cui 4 in porta rispetto ai 7 in totale della Bosnia e anche 8 corner contro 3. L’Italia non perde una partita dal 10 ottobre 2018 e sono quindi 22 le gare utili consecutive. Due anni interi senza sconfitte. Questa di Sarajevo è la quinta trasferta senza subire gol: non accadeva dal 1972 al 1974, quando in panchina c'era Ferruccio Valcareggi.
Grazie alla vittoria con la Bosnia, l'Italia guadagna la “Final four” di Nations League da giocare in casa (tra Milano e Torino in ottobre del 2021), diventiamo testa di serie al sorteggio delle qualificazioni al Mondiale 2022 (il 7 dicembre) perché tra le prime 10 europee del ranking Fifa e praticamente ci assicuriamo almeno i playoff mondiali. Meglio di così..

Commenti