Ko il Portogallo di Ronaldo, vince la Francia di Rabiot. Kulusevski trascina la Svezia

 


I portoghesi perdono 1-0 a Lisbona in Nations League per il gol di Kante. La Spagna di Morata pareggia 1-1 in Svizzera con due rigori sbagliati da Ramos. Tris della Germania all’Ucraina

TORINO - Con una vittoria in Portogallo la Francia ottiene il pass per il turno successivo di Nations League. La nazionale di Deschamps stende 1-0 il Portogallo di Cristiano Ronaldo a Lisbona e si porta infatti a +3 proprio dai lusitani, con gli scontri diretti a favore, ad un turno dal termine. Nell'altra partita del girone C, Kulusevski trascina la Svezia nella vittoria contro la Croazia di Perisic.

Segna Kante, Ronaldo ko con il Portogallo

Sfida al vertice nel gruppo C , dove Cristiano Ronaldo è pronto a sfidare il suo compagno di squadra Rabiot in un Portogallo-Francia che può valere la supremazia nel girone. Parte bene la Francia che va vicina al gol già all'11' con Martial , che non riesce però a sorprendere Rui Patricio in uscita. Protagonista ancora l'attaccante del Manchester Utd al 30' quando di testa colpisce la traversa e al 41' quando da ottima posizione tira addosso al portiere lusitano. Nel secondo tempo il Portogallo prova a impostare di più il gioco, ma è la Francia a passare al 52', con Kantè che ribadisce in rete una corta respita di Rui Patricio sul tiro di Griezmann. Per il centrocampista del Chelsea è il secondo gol con la nazionale in carriera. Al 76' Ronaldo "vede" il pallone del possibile 1-1 e va a colpire di testa, ma è bravo Kimpembe ad anticiparlo e salvare i suoi: i francesci possono festeggiare, a casa i detentori della competizione.

La Svezia vince: decisivo Kulusevski




Nell'altra partita del gruppo, Svezia-Croazia, è protagonista un altro giocatore bianconero: ad aprire le danze del 2-1 degli scandinavi è infatti Dejan Kulusevski, che imbeccato da Lustig, si libera di un avversario e trafigge il portiere con un sinistro a rientrare sul secondo palo. E' il 36'. Il raddoppio arriva grazie a Danielsson, che nei minuti di recupero del primo tempo trafigge nuovamente Livakovic con un bel colpo di testa da calcio d'angolo. Nel secondo tempo è proprio lo stesso difensore svedese a segnare, stavolta però nella propria porta con uno sfortunato tocco, prima di testa e poi di braccio, che inganna Olsen e rimette in gioco i croati.Unico titolare Perisic nella "delegazione" italiana dei croati (90' per il nerazzurro), subentri dalla panchina per Rog e Pasalic. Dal primo minuto Ekdal nella Svezia, Svanberg in panca


Commenti