MR7:Morata fa doppietta a Kiev. Buona la prima di Pirlo.







La Juve vince a Kiev, 2-0 sulla Dinamo, con una doppietta del suo centravanti, Alvaro Morata. Parte con il piede giusto in Champions, non si trasforma di colpo in una squadra fatta e finita, ma conforta a livello di solidità - difensiva e fra reparti - e mostra lampi (non troppi, ma qualcuno) di possibili buoni sviluppi offensivi. Vede finalmente il debutto stagionale di Dybala, ma perde ancora Chiellini alle prese con un problema muscolare. Il tutto davanti a 15mila spettatori sparsi nei 70 mila posti dell’Olimpico Kiev: anche così, ormai fanno effetto.

In occasione del primo goal l’area avversaria è pienissima. Parte tutto da Chiesa che sterza e crossa, Ramsey riceve a centro area e inventa di tacco, Kulusevski tira da limite, Morata fa il tap-in in area piccola. Ecco ancora Alvaro a buttarla dentro: lo spagnolo (almeno finché non c’è Ronaldo) potrebbe approfittare non poco di questa occupazione territoriale offensiva che ha bisogno di uno sbocco. La prima rete arriva al 1’ della ripresa, la seconda al 39’. Stavolta si aggiunge al gruppo anche Cuadrado, con un gran cross da destra, dopo una gara molto attenta dietro: Morata è lì, puntuale anche stavolta, e di testa fa 2-0. L’eredità realizzativa di Ronaldo l’ha presa lui.

Commenti