Corona virus: Mihajlovic positivo al ritorno a Bologna è asintomatico, ora due settimane di isolamento

Immagine
Sinisa Mihajlovic è risultato positivo al Covid-19 al tampone di controllo a cui è stato sottoposto dopo il rientro di venerdì scorso a Bologna. A comunicarlo è stato lo stesso club rossoblù in una nota ufficiale. Secondo quanto riferisce la società, il tecnico serbo, 51 anni, è assolutamente asintomatico: come previsto dal Protocollo Nazionale, resterà in isolamento per le prossime due settimane.

Sono stati effettuati in questi giorni anche i tamponi sul gruppo squadra della Primavera, risultati tutti negativi. Domani, il giorno in cui è in programma il raduno a Casteldebole in vista della nuova stagione, saranno effettuati i test sui giocatori e i collaboratori della Prima squadra. Circa un anno fa il tecnico del Bologna annunciò di essere affetto da leucemia ed è stato sottoposto anche a un trapianto di midollo.

Nuovi contagi in A: positivi anche Matuidi e Zaccagni. "Ma stanno bene



Altri casi di positività al Covid 19 in Serie A e secondo alla Juventus. Dopo Daniele Rugani, nella giornata di martedì Blaise Matuidi e il veronese Mattia Zaccagni hanno contratto la malattia derivata dal Coronavirus. Il centrocampista francese è asintomatico, sta bene e si trova già in quarantena a casa. Il Lione, avversario dela Juve negli ottavi di Champions (si sarebbe dovuto giocare il ritorno della sfida proprio stasera), ha fatto un tweet di solidarietà al club bianconero.


Il centrocampista del Verona “ è stato sottoposto ad esami medici che hanno evidenziato la sua positività al Coronavirus-COVID-19. Il calciatore, così come tutta la squadra, prolungherà il già attivato isolamento volontario domiciliare sino al prossimo 25 marzo, continuando a essere monitorato. Zaccagni sta bene: nei giorni scorsi ha avuto solo qualche linea di febbre”. Nove giorni fa il Verona aveva giocato in campionato contro la Sampdoria, la squadra che fin qui ha fatto registrare il maggior numero di casi.


LA JUVE



"Il calciatore Blaise Matuidi è stato sottoposto ad esami medici che hanno rivelato la sua positività al Coronavirus-COVID-19. Il calciatore, da mercoledì 11 marzo, in isolamento volontario domiciliare, continuerà ad essere monitorato e a seguire lo stesso regime. Sta bene ed è asintomatico". Questo il comunicato del club bianconero. Sono 121 in totale i dipendenti della Juve in quarantena, dopo la prima positività di Rugani. Alcuni sono in quarantena a casa, altri, come lo stesso Rugani e Bernardeschi, al J Hotel alla Continassa, all'interno del centro sportivo. Il club non comunica il numero di tamponi effettuati in questi due giorni, ma non è da escludere che in un prossimo futuro vengano comunicate altre positività.

Commenti

Post popolari in questo blog

Serie A, tutte le terze maglie del campionato 2018-2019. FOTO

Juve e Barcellona starebbero parlando di un possibile scambio Rakitic - Bernardeschi

Corona virus: Mihajlovic positivo al ritorno a Bologna è asintomatico, ora due settimane di isolamento