Post

Visualizzazione dei post da 2020

Scambio Pjanic-Arthur, definito l’accordo. Domani a Torino le visite mediche per entrambi, poi le firme

Immagine
Le visite mediche saranno domani e saranno a Torino. Per entrambi. Arthur Melo si sta vestendo di bianconero e Miralem Pjanic di blaugrana, ma il luogo in cui svolgerà l’ultimo adempimento burocratico sarà il J Medical. Insomma, Juventus e Barcellona hanno definito lo scambio tra i due talenti del centrocampo: dopo che sono stati limati i dettagli, soprattutto assicurativi, tra i due club, ecco il momento dei test medici domenicali.

Non sarà il bosniaco a volare in Catalogna, ma sarà il brasiliano a spostarsi in Italia, nella sua futura città, in compagnia dei medici blaugrana. Arriverà già stanotte, intanto è partito dalla panchina nel match del Barcellona contro il Celta Vigo. L'obiettivo è ufficializzare l'affare entro martedì prossimo, 30 giugno, per poter mettere a bilancio le plusvalenze nell'esercizio 2019-20

Scambio Pjanic-Arthur, definito l’accordo. Domani a Torino le visite mediche per entrambi, poi le firme

Immagine
Le visite mediche saranno domani e saranno a Torino. Per entrambi. Arthur Melo si sta vestendo di bianconero e Miralem Pjanic di blaugrana, ma il luogo in cui svolgerà l’ultimo adempimento burocratico sarà il J Medical. Insomma, Juventus e Barcellona hanno definito lo scambio tra i due talenti del centrocampo: dopo che sono stati limati i dettagli, soprattutto assicurativi, tra i due club, ecco il momento dei test medici domenicali.

Non sarà il bosniaco a volare in Catalogna, ma sarà il brasiliano a spostarsi in Italia, nella sua futura città, in compagnia dei medici blaugrana. Arriverà già stanotte, intanto è partito dalla panchina nel match del Barcellona contro il Celta Vigo. L'obiettivo è ufficializzare l'affare entro martedì prossimo, 30 giugno, per poter mettere a bilancio le plusvalenze nell'esercizio 2019-20

Juventus, Sarri e Ronaldo mai così lontani: in disaccordo sulla questione ruolo e altre scelte

Immagine
Possono convivere un calciatore come Cristiano Ronaldo con un allenatore come Maurizio Sarri? E' questo il grande tema sul tavolo in casa Juventus, dopo i due passaggi a vuoto del fenomeno portoghese (e dell'intera squadra) in Coppa Italia. In questi mesi tra i due non c'è stato accordo su alcune scelte in allenamento o in partita. Il momento di tensione più evidente è stato quando è stato sostituito nel match contro il Milan, con polemica annessa. Ma non c'è solo questo. Mai così lontani. E' così che titola La Gazzetta dello Sport, che scrive come sia complicato unire questi due mondi divisi, entrambi però basati sulla professionalità. La questione ruolo, però, non si è ancora risolta, ma può dipanarsi già a partire dalla prossima sfida contro il Bologna. In questi giorni la posizione in campo dell'ex Real Madrid li ha allontanati, la Rosea scrive che CR7 in carriera ha litigato con diversi tecnici. Ma ora serve la svolta

Le prime pagine sportive di Mercoledì 02 Aprile 2020

Immagine
Mercoledì 020Aprile 2020













Quotidiani: la prima pagina del 28, Marzo di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport

Immagine
Queste le prime pagine dei quotidiani di Corriere dello Sport, Corriere dello Sport Stadio, Qs-La Nazione, Tuttosport e Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina:





La rassegna stampa sportiva del 25 Marzo 2020

Immagine

Higuain torna in Argentina. E anche Pjanic e Khedira lasciano Torino

Immagine
L'argentino, negativo al tampone, ha abbandonato l’Italia con un volo privato dopo aver avuto l'ok del club. Il Pipita è tornato a Buenos Aires dalla madre malata. Pure il bosniaco e il tedesco si sono ricongiunti alle rispettive famiglie


Non solo Cristiano nella sua Madeira. Anche Gonzalo Higuain è andato via dall’Italia per tornare a casa: è volato con un aereo privato la scorsa notte per sfuggire alla pandemia, dopo che l'isolamento è terminato per l'esito negativo del tampone. Il Pipita si è presentato a Caselle con una certificazione medica che dichiarava come non fosse positivo, mentre un jet privato lo attendeva in pista. Gli agenti della Polaria, che da settimane monitorano arrivi e partenze e che devono controllare le autorizzazioni a lasciare il Paese, non hanno potuto far altro che autorizzare.


Visto che i voli per l’Argentina sono tutti bloccati il Pipita avrebbe organizzato un trasferimento con la famiglia per raggiungere prima la Francia, poi la Spagna e d…

Nuovi contagi in A: positivi anche Matuidi e Zaccagni. "Ma stanno bene

Immagine
Altri casi di positività al Covid 19 in Serie A e secondo alla Juventus. Dopo Daniele Rugani, nella giornata di martedì Blaise Matuidi e il veronese Mattia Zaccagni hanno contratto la malattia derivata dal Coronavirus. Il centrocampista francese è asintomatico, sta bene e si trova già in quarantena a casa. Il Lione, avversario dela Juve negli ottavi di Champions (si sarebbe dovuto giocare il ritorno della sfida proprio stasera), ha fatto un tweet di solidarietà al club bianconero.


Il centrocampista del Verona “ è stato sottoposto ad esami medici che hanno evidenziato la sua positività al Coronavirus-COVID-19. Il calciatore, così come tutta la squadra, prolungherà il già attivato isolamento volontario domiciliare sino al prossimo 25 marzo, continuando a essere monitorato. Zaccagni sta bene: nei giorni scorsi ha avuto solo qualche linea di febbre”. Nove giorni fa il Verona aveva giocato in campionato contro la Sampdoria, la squadra che fin qui ha fatto registrare il maggior numero di cas…

Juve: "Rugani ha il coronavirus". È il primo calciatore in Serie A

Immagine
Daniele Rugani è risultato positivo al Covid 19, la malattia generata dal Coronavirus. Il difensore della Juventus è il primo calciatore contagiato in Serie A, dopo i casi in Serie C alla Pianese e alla Reggio Audace. Ecco il comunicato della Juve: " Il calciatore Daniele Rugani è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19 ed è attualmente asintomatico. Juventus Football Club sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa, compreso il censimento di quanti hanno avuto contatti con lui.

Sono state avvisate le squadre contro cui la Juventus ha giocato nelle ultime settimane. Rugani ha giocato titolare contro il Brescia il 16 febbraio e la Spal il 22 febbraio, si è poi seduto in panchina a Lione in Champions League il 26 febbraio e nell'ultima uscita dei bianconeri contro l'Inter in Serie A l'8 marzo. Ovviamente la positività del difensore della Juve potrebbe avere dei riflessi sulla scelta della Uefa in vista della gara di ritorno de…

Le prime pagine sportive di Lunedì 9 Marzo 2020

Immagine

Juve il punto della situazione dopo la sconfitta di Lione.

Immagine
La squadra di Sarri ha perso l'andata degli ottavi di finale a Lione per 1-0 e sarà chiamata alla rimonta all'Allianz Stadium. L'analisi sul momento dei bianconeri che si intreccia con quella dell'inizio della stagione.
Quello che vorrei vedere dalla Juventus è la capacità di andare a tutta birra dal 1’ al 90’ senza fare calcoli, senza pigrizie o altro. Sapete che le grandi squadre d’Europa vincono le partite, soprattutto magari quelle facili di campionato o anche in Champions, con 4 gol di scarto? Sapete quante volte il Bayern quest’anno ha vinto con 4 o più gol di scarto? Nove volte. E quante volte l'hanno fatto il Psg o il Borussia Dortmund? Sette volte. L’Atalanta, per dirne una, quattro volte ha vinto con uno o più gol di scarto. La Juve soltanto una (il 4-0 al Cagliari): è l’unica occasione in cui è andata a tutta birra dall’inizio alla fine, mentre invece 16 volte ha vinto con un solo gol di scarto. C’è una pigrizia/avarizia che secondo me questa squadra deve…

Simeone stende Klopp: Reds in bianco a casa Atletico, decide Saùl al 4'

Immagine
L'Atletico si ritrova nel momento più difficile della stagione e centra il colpaccio. Contro la corazzata Reds, sbarcata a Madrid con i favori del pronostico, i Colchoneros non sbagliano praticamente nulla annullando i campioni d'Europa in carica, battuti 1-0. Per il Liverpool, al terzo k.o. stagionale, si materializzano i timori di Klopp, che alla vigilia aveva pronosticato una sfida oltremodo dura e complicata. Gli spagnoli costruiscono il successo su un gol-lampo di Saul e chiudono ermeticamente la difesa assicurandosi un piccolo vantaggio in vista del ritorno ad Anfield.

Opposti stati d'animo e opposte realtà per le due truppe in campo al Wanda Metropolitano caratterizzate da filosofie tanto distinte quanto ben definite. Da una parte l'Atletico in cerca di riscatto dopo le delusioni tra campionato e coppa, dall'altra un Liverpool praticamente al completo e sulle ali dell'entusiasmo per lo schiacciante strapotere in Premier. Ma l'atmosfera della Champions…

DYBALA: "Spero di poter tornare a giocare con Pogba

Immagine
Protagonista di un grande momento di forma con la maglia della Juventus, Paulo Dybala, attaccante della nazionale argentina, parla, intervistto da "OTRO", del rapporto con un suo ex compagno in bianconero, Paul Pogba: "Io e Paul abbiamo un bel rapporto e quando lui giocava qui cercavamo continuamente un modo di festeggiare nuovi gol. Ne abbiamo fatti tanti quindi i festeggiamenti cambiavano spesso. Spero che un giorno potremo festeggiare insieme di nuovo". Chissà se la Juve riuscirà ad "accontentare" la Joya.

Ronaldo: "Vittoria fondamentale. Noi un po' nervosi alla fine"

Immagine
Il portoghese in grande forma: “Oggi era importante vincere per aumentare il vantaggio sull’Inter. Non era facile, il Parma ha giocato bene, la gara non è stata semplice”.

Ronaldo, Ronaldo. Doppietta, e la Juve allunga sull’Inter. Il portoghese è in uno stato di forma incredibile: sale a 16 gol in campionato, dieci nelle ultime sette partite disputate. "Oggi era importante vincere per aumentare il vantaggio sull’Inter. Non era facile, il Parma ha giocato bene, la gara non è stata semplice. Sono molto contento”.

Finale con sofferenza, per la capolista. “Abbiamo giocato un po’ nervosi negli ultimi 10 minuti, loro salivano, creava pericoli, hanno giocatori molto forti dentro l’area. Ma l’importante è solo aver conquistato questi tre punti fondamentali per la classifica”.

Juve e Barcellona starebbero parlando di un possibile scambio Rakitic - Bernardeschi

Immagine
Secondo Sky Sport, la Juventus e il Barcellona sarebbero tornate a parlare di un possibile scambio fra Rakitic e Bernardeschi. Il club blaugrana vedrebbe nel numero 33 juventino un prospetto per il futuro, mentre i bianconeri potrebbero inserire in rosa un giocatore di esperienza. Adesso resta da capire se questo affare prenderà quota e soprattutto quale potrebbe essere la valutazione dei due giocatori. La sensazione è che il Barcellona dovrebbe garantire alla Juve un conguaglio economico poiché Bernardeschi è più giovane rispetto a Rakitic. La valutazione del giocatore classe 94 dovrebbe essere tra i 40 e i 50 milioni. Inoltre, Maurizio Sarri non avrebbe fatto richieste di mercato e per questo motivo anche in mediana starebbe pensando a nuove soluzioni.

Higuain e Dybala,un goal in HD

Immagine
Higuain e Dybala duettano fin nell’area avversaria, poi Gonzalo trafigge Nicolas: è uno dei gol più belli dell’anno.
Passano gli anni e cambiano i decenni, però ci sono abitudini consolidate che resistono all’usura del tempo. Paulo Dybala e Gonzalo Higuain parlano la stessa lingua da sempre, non solo negli spogliatoi ma anche in campo. Per due stagioni hanno fatto la felicità dei tifosi della Juventus, segnando 100 gol in coppia, poi è arrivato Cristiano Ronaldo e Gonzalo è stato costretto a emigrare da Torino; è tornato dopo un anno ma non ha trovato gli stessi spazi, perché CR7 è un totem e non si tocca.

Gasperini avverte: "Inter da scudetto, ma in una partita secca può succedere di tutto"

Immagine
Gasperini: "Inter da scudetto, ma in una partita secca può succedere di tutto"

Il tecnico della Dea: "Il nostro target è da Europa". Su Conte: "Occhio al suo contropiede", dice sorridendo



Gian Piero Gasperini (61 anni), a Bergamo dal 2016. LAPRESSE


Anche se il passato, quel passato, è abbondantemente alle spalle, giocare contro l’Inter a San Siro per Gian Piero Gasperini non sarà mai una partita qualsiasi. E stavolta ancora meno del solito: se si può chiamare così per una squadra che ormai ha poco da dimostrare, è un esame di maturità. Una sfida a cui chiedere altre risposte, e di più alto livello, sulle ambizioni e le prospettive europee di questa Atalanta. La sua squadra vola, ma l’Inter non è da meno: per questo anche Gasperini è curioso di capire l’effetto che farà entrare in uno stadio stracolmo («Dove però abbiamo giocato tre buone partite di Champions, e anche se non sembra è una cosa che conta: hai misure che riconosci meglio, un migliore impatto co…

CR7,prima tripletta in serie A.La Juve travolge 4-0 il Cagliari.

Immagine
Il primo dell’anno hanno spostato le lancette indietro di cinque anni. La Juve batte 4-0 il Cagliari con la prima tripletta in Serie A di Cristiano Ronaldo: più che il 2020, sembra il 2015, quando CR7 in Liga spingeva palloni in porta con la ruspa. I conti per le classifiche sono presto fatti. In campionato, +3 sull’Inter: Sarri allunga a 45 in attesa di mettersi davanti alla tv per Napoli-Inter. Per i marcatori, +6: Ronaldo sale a 13, secondo dietro i 19 di Immobile. In silenzio, sorride anche il Dygualdo, paradossalmente in un pomeriggio in cui non si è visto nemmeno per un minuto. Dybala è stato a lungo il migliore e Higuain, entrato al suo posto, ha segnato il 3-0 (assist di Ronaldo…). Se non bastasse, nel finale ha fatto bene anche Douglas Costa: è entrato per Ramsey, giusto in tempo per regalare a CR7 il pallone del quarto gol.

Riportiamo indietro il video della partita e rivediamo la tripletta. L’1-0 è una lezione di presenza di spirito. Klavan palleggia sereno verso Walukiewi…