Post

Visualizzazione dei post da marzo 31, 2019

Dal Brasile:scambio PSG-Juve....Neymar per Dybala più 100 milioni.

Immagine
Le uniche cose certe sono due: Neymar vuole lasciare il Paris Saint Germain e il club francese deve vendere qualche giocatore per far cassa e mettersi in pace con il fair play finanziario. Come finirà? La soluzione arriva da una nota televisione brasiliana, Chiringuito Tv, che ieri pomeriggio ha lanciato una bomba degna del grande compianto Maurizio Mosca: Neymar va alla Juve per 100 milioni più Dybala. Vero? Falso? Verosimile? Cerchiamo di capirci qualcosa anche se è difficile. Neymar e il suo entourage si stanno agitando, hanno capito che tornare al Barcellona è complicato per i duecento milioni chiesti dal Psg, ma anche e soprattutto perché nel club blaugrana le resistenze non mancano dopo l’addio traumatico. Che fare? E’ venuto in mente di proporsi alla Juventus, un altro club che piace a Neymar, con grandi ambizioni, dove c’è già Ronaldo con il quale al brasiliano piacerebbe giocare. Il messaggio ai bianconeri è arrivato e siccome, ovvio, la Juventus non può spendere duecento mil…

Inter Lazio 0-1, gol e highlights. Decide Milinkovic, biancocelesti in corsa Champions

Immagine
A San Siro un gol di testa di Milinkovic-Savic regala il successo alla Lazio, che torna in corsa per un posto Champions. L'Inter non sfrutta l'occasione per consolidare il terzo posto dopo il ko del Milan. In tribuna, ad assistere al match, Icardi con Wanda Nara.
INTER-LAZIO 0-1

12' Milinkovic-Savic

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio (79' Candreva), Skriniar, Miranda, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Borja Valero (74' Nainggolan), Perisic; Keita (84' Joao Mario). All. Spalletti


LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Bastos; Romulo, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto (67' Parolo), Lulic (87' Durmisi); Correa (28' Caicedo); Immobile. All. Inzaghi




Un gol di Milinkovic-Savic, grande a cui si rimproverava di non segnare alle grandi, e la Lazio esce da San Siro con una vittoria che sa di colpaccio. La zona Champions, infatti, torna improvvisamente a portata di mano grazie ai ko di Milan e Roma (scavalcata in classifica), con la sq…

Juventus-Empoli, Kean: "Non sono Cristiano né Messi, ma lavorando spero di esserlo"

Immagine
L’attaccante bianconero, dopo le due reti in Nazionale, si è ripetuto in campionato contro l’Empoli decidendo la sfida: “Sono molto contento, ma so che il lavoro è l’unica cosa che può aiutare a far bene in campo e a dimostrare quanto valgo”

Obiettivo centrato, per la Juventus, che voleva tornare al successo dopo la sconfitta incassata col Genoa. I bianconeri ci sono riusciti contro un ottimo Empoli, piegato soltanto dalla rete di Moise Kean che ha regalato i tre punti alla squadra di Massimiliano Allegri. L’attaccante è diventato, a 19 anni e 21 giorni, il più giovane attaccante a segnare 8 reti in Serie A dai tempi di Mario Balotelli. Il giocatore ha commentato così la partita, intervistato al fischio finale da Sky Sport: “Sono molto contento per un altro record, sono felice, sono sempre pronto a batterne un altro”. La chiave per arrivare al successo è una, quella del sacrificio: “Il lavoro è l'unica cosa che può aiutare a dare tanto in campo e a dimostrare ciò che valgo ogni dom…