Corona virus: Mihajlovic positivo al ritorno a Bologna è asintomatico, ora due settimane di isolamento

Immagine
Sinisa Mihajlovic è risultato positivo al Covid-19 al tampone di controllo a cui è stato sottoposto dopo il rientro di venerdì scorso a Bologna. A comunicarlo è stato lo stesso club rossoblù in una nota ufficiale. Secondo quanto riferisce la società, il tecnico serbo, 51 anni, è assolutamente asintomatico: come previsto dal Protocollo Nazionale, resterà in isolamento per le prossime due settimane.

Sono stati effettuati in questi giorni anche i tamponi sul gruppo squadra della Primavera, risultati tutti negativi. Domani, il giorno in cui è in programma il raduno a Casteldebole in vista della nuova stagione, saranno effettuati i test sui giocatori e i collaboratori della Prima squadra. Circa un anno fa il tecnico del Bologna annunciò di essere affetto da leucemia ed è stato sottoposto anche a un trapianto di midollo.

Juve-Napoli, tolto il divieto ai nati in Campania












Così il Prefetto di Torino Claudio Palomba: "C'è stato un ravvedimento, ha prevalso il buon senso"

TORINO - Non saranno acquistabili dai residenti in Campania i biglietti di Juventus-Napoli, big match della seconda giornata di campionato. Lo ha stabilito il Gruppo Operativo di Sicurezza (GOS), che si è riunito oggi per definire le modalità di vendita dei tagliandi. Lo rende noto, sul proprio sito, la Juventus, criticata per avere anticipato nei giorni scorsi il divieto. Tra le disposizioni non compareinvece il divieto di vendita ai nati in Campania, che invece veniva annunciato nelle disposizioni rese note dalla Juve prima della riunione odierna del Gos.
Le parole del prefetto di Torino

Il Dott. Claudio Palomba, Prefetto di Torino, è intervenuto ai microfoni di CalcioNapoli24 Live in merito alla polemica sulla decisione di vietare la vendita dei biglietti per il match Juve-Napoli in programma all'Allianz Stadium il prossimo 31 agosto, non solo ai residenti, ma anche ai nati in Campania, annunciando importanti novità: "Stadium vietato ai nati in Campania? Il provvedimento sembra calzato per me, grande tifoso del Napoli ma residente a Roma. Stamattina in seguito alle interlocuzioni di ieri, c'è stato un incontro con la Juventus e rispetto alla decisione dei nati in Campania c'è un ravvedimento, che io avevo già chiesto ieri. Deciderà l'Osservatorio, come sapete, ma non di certo sui nati in Campania. Il buon senso ha prevalso per tutti, quello che ho chiamato refuso ieri è stato stamattina rivisto. Stamattina c'è stata grande collaborazione tra la Questura e la Juventus. L'importante è che nella vendita non si escludano i nati in Campania: faranno un comunicato ufficiale. Ero fino a poco fa con il Questore, mi hanno assicurato che ci sarà un comunicato stampa. Non so se l'Osservatorio, in relazione ad alcuni episodi accaduti al San Paolo, possa decidere di vietare la trasferta, magari ai residenti in Campania. L'importante è che l'anomalia sia stata rettificata. Non compete a noi parlare con la Lega Calcio, abbiamo parlato solo con la Juventus: in Questura c'è stata piena condivisione. Sono un sarriano, mi sono trovato in estrema difficoltà. Quando firmo qualche divieto di vendita ai napoletani soffro molto".

Commenti

Post popolari in questo blog

Milan, ecco Daniel Maldini: per il figlio di Paolo prima volta tra i convocati

Serie A, tutte le terze maglie del campionato 2018-2019. FOTO