Juve-Napoli, tolto il divieto ai nati in Campania

Immagine
Così il Prefetto di Torino Claudio Palomba: "C'è stato un ravvedimento, ha prevalso il buon senso"

TORINO - Non saranno acquistabili dai residenti in Campania i biglietti di Juventus-Napoli, big match della seconda giornata di campionato. Lo ha stabilito il Gruppo Operativo di Sicurezza (GOS), che si è riunito oggi per definire le modalità di vendita dei tagliandi. Lo rende noto, sul proprio sito, la Juventus, criticata per avere anticipato nei giorni scorsi il divieto. Tra le disposizioni non compareinvece il divieto di vendita ai nati in Campania, che invece veniva annunciato nelle disposizioni rese note dalla Juve prima della riunione odierna del Gos.
Le parole del prefetto di Torino

Il Dott. Claudio Palomba, Prefetto di Torino, è intervenuto ai microfoni di CalcioNapoli24 Live in merito alla polemica sulla decisione di vietare la vendita dei biglietti per il match Juve-Napoli in programma all'Allianz Stadium il prossimo 31 agosto, non solo ai residenti, ma anche ai …

Inter Lazio 0-1, gol e highlights. Decide Milinkovic, biancocelesti in corsa Champions



A San Siro un gol di testa di Milinkovic-Savic regala il successo alla Lazio, che torna in corsa per un posto Champions. L'Inter non sfrutta l'occasione per consolidare il terzo posto dopo il ko del Milan. In tribuna, ad assistere al match, Icardi con Wanda Nara.
INTER-LAZIO 0-1

12' Milinkovic-Savic

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio (79' Candreva), Skriniar, Miranda, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Borja Valero (74' Nainggolan), Perisic; Keita (84' Joao Mario). All. Spalletti


LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Bastos; Romulo, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto (67' Parolo), Lulic (87' Durmisi); Correa (28' Caicedo); Immobile. All. Inzaghi




Un gol di Milinkovic-Savic, grande a cui si rimproverava di non segnare alle grandi, e la Lazio esce da San Siro con una vittoria che sa di colpaccio. La zona Champions, infatti, torna improvvisamente a portata di mano grazie ai ko di Milan e Roma (scavalcata in classifica), con la squadra di Inzaghi, a -3 dai rossoneri quarti, che potrebbe raggiungerli vincendo la partita con l'Udinese che deve recuperare.

Lazio potenzialmente quarta, dunque; Inter sempre terza, ma i nerazzurri hanno perso la grande occasione di consolidare il loro piazzamento, aumentando il vantaggio sul Milan. Eppure era stata molto determinata la partenza degli uomini di Spalletti, in campo con l'ex Keita centravanti e con Mauro Icardi ad assistere in tribuna: Skriniar si mangia il vantaggio e poco dopo, quando la pressione nerazzurra sembrava più intensa, la Lazio capovolge il fronte e con Milinkovic-Savic trova il vantaggio di testa, su pennellata di Luis Alberto. La gara si infiamma e piovono occasioni (per Keita e Bastos le migliori, Handanovic super in un paio di circostanze), e nella ripresa Spalletti le prova tutte alla ricerca del pareggio, inserendo Nainggolan e mandando anche Vecino a fare il centravanti supportato dalle ali Politano e Perisic. L'assedio finale produce solo qualche spavento per la Lazio, ma il risultato non cambia: e adesso la corsa Champions si fa ancora più interessante

Commenti

Post popolari in questo blog

Juve-Napoli, tolto il divieto ai nati in Campania

Champions league goal in trasferta e 5° cambio: l'Uefa valuta modifiche