Juventus-Lokomotiv Mosca 2-1 goal e highlights.

Immagine
All'Allianz Stadium la Juve ribalta la sfida del gruppo D con i russi grazie a una splendida doppietta di Dybala nella ripresa. Standing ovation per la Joya in occasione della sostituzione con Bernardeschi. I bianconeri di Sarri restano in vetta al girone in condivisione con l'Atletico Madrid.
JUVENTUS-LOKOMOTIV 2-130' Miranchuk (L), 77' e 79' Dybala (J) Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira (48' Higuain), Pjanic, Matuidi (65' Rabiot); Bentancur; Dybala (81' Bernardeschi), Ronaldo. All. Sarri Lokomotiv Mosca (4-5-1): Guillerme; Ignatyev, Corluka, Höwedes, Idowu; Joao Mario, Barinov, Murilo, Krychowiak (83' Kolomeytsev), Al. Miranchuk; Eder.  VIDEO. Juventus-Lokomotiv Mosca 2-1: gol 

Piatek-Milan: aggiornamenti



Piatek-Milan, il dg Perinetti: "A breve si può chiudere, dura tenerlo dopo un'offerta così"
Il direttore generale rossoblu: "Abbiamo avuto un incontro col Milan e ci siamo lasciati per fissare un altro appuntamento dopo la partita: entro breve l'affare si concluderà. Dura tenere Piatek dopo un'offerta così. Contropartite? Ancora non abbiamo trovato l'intesa"


Piatek è a un passo dal Milan. L'attaccante polacco sostituirà Gonzalo Higuain, che lascerà i rossoneri per tornare da Maurizio Sarri al Chelsea. A proposito della trattativa, che dovrebbe concludersi nelle prossime ore, ha parlato a Radio Anch'io il direttore generale del Genoa, Giorgio Perinetti, che ha spiegato: “Piatek-Milan martedì? Questo mercato di gennaio ha riaperto il problema delle trattative mentre si gioca. Oggi (ore 15, ndr) giocheremo una partita molto difficile. Abbiamo avuto un incontro col Milan e ci siamo lasciati per fissare un altro appuntamento dopo la partita per decidere il futuro di Piatek”. E ancora: “Ognuno ha posto le sue problematiche sul tavolo, ma credo che entro le prossime 48 ore si arriverà alla fine di questo affare, in un senso o nell’altro”.

"Piatek può guadagnare 4-5 volte di più"


Perinetti ha poi detto la sua sul dispiacere dei tifosi genoani: “Sono d’accordo, ma questo è il sistema calcio contemporaneo. Il Genoa ha scovato Piatek, come Kouame e altri calciatori. Sono giovani che hanno ambizioni e tentazioni. Il nostro dubbio, nel momento in cui dovremo prendere una decisione, è: nel momento in cui diciamo no a Piatek, che giocatore rimane al Genoa? Per esempio, col cambio di allenatore e l'arrivo di Juric ha segnato un solo gol su rigore, quindi anche i calciatori sono condizionati da ciò che succede intorno a loro. Lui potrebbe andare a guadagnare 4-5 volte rispetto a ciò che possiamo garantirgli noi: che giocatore resterebbe a disposizione di Prandelli se dovessimo dirgli di no? Mi auguro che possa continuare a far bene con noi o al Milan se ci andrà”. Sul possibile utilizzo di Piatek insieme a Cutrone, poi: “Ci sono delle soluzioni da trovare, ma credo che siano giocatori che per caratteristiche possano coesistere. Cutrone con Inzaghi giocava anche esterno. Uno è più da area di rigore, anche se sa attaccare bene la profondità. In ogni caso, avere la panchina più lunga, per una squadra così, è importante”.
"Piatek mi ricorda i grandi attaccanti del passato"


Il dg rossoblu ha proseguito parlato di Preziosi e delle sue dichiarazioni che, solo pochi giorni fa, chiudevano ogni porta alla partenza di Piatek: “Noi non lo abbiamo mai offerto a nessuno - ha precisato - Ci sono delle domande a cui una società deve rispondere. Se non lo cediamo, avremo lo stesso Piatek di prima? Non sarà deluso dal mancato trasferimento? Basta pensare al Milan che non è riuscito a trattenere uno come Higuain”. Sulle contropartite possibili, infine: “Abbiamo fatto due ore di conversazioni con Gazidis, Leonardo e Maldini e se non si è conclusa è perché non abbiamo trovato un'intesa. C'è bisogno di incontrarci di nuovo per discutere questi dettagli che sono importanti per tutti. I nomi sono quelli che leggete (Bertolacci e Halilovic, ndr) anche perché sono pochi i giocatori trasferibili da parte del Milan. Piatek mi ricorda i grandi centravanti del passato. Quelli che avevano grandi conclusioni come Anastasi e Boninsegna. Stop e tiro con grande rapidità”, ha concluso.

Commenti

Post popolari in questo blog

Juventus-Lokomotiv Mosca 2-1 goal e highlights.

Juventus-Guardiola, entro le prossime 48 ore ci sarà l’annuncio!

Calciomercato, Chelsea vuole Higuain: clamoroso scambio con Morata con il Milan?