Post

Visualizzazione dei post da 2019

Corsa Champions, calendario e combinazioni dell'ultima giornata

Immagine
A 90 minuti (e oltre) dal termine del campionato ci sono ancora 4 squadre in lizza per i due posti in Champions e i due in Europa League. Atalanta e Inter guidano il gruppo e dipendono da loro stesse, un punto dietro il Milan e tre sotto la Roma, che però può ancora sperare di arrivare al quarto posto in caso di particolari combinazioni di risultati. Andiamo a vedere nel dettaglio calendario, combinazioni e classifiche avulse.


questo campionato che, scudetto a parte, sembra non voler finire mai, ci saranno ancora tantissimi verdetti da decidere nell'ultima emozionante giornata di Serie A. La terza squadra che retocederà in B assieme a Chievo e Frosinone, le due che andranno in Europa League e le altre due che, insieme a bianconeri e Napoli, staccheranno il biglietto per la prossima edizione della Champions League. Grazie ai risultati dell'ultima giornata ci sono ancora quattro squadre teoricamente ancora tutte in corsa, con situazioni però diverse da caso a caso. L'Atalant…

Corsa Champions, calendario e combinazioni dell'ultima giornata

Immagine
A 90 minuti (e oltre) dal termine del campionato ci sono ancora 4 squadre in lizza per i due posti in Champions e i due in Europa League. Atalanta e Inter guidano il gruppo e dipendono da loro stesse, un punto dietro il Milan e tre sotto la Roma, che però può ancora sperare di arrivare al quarto posto in caso di particolari combinazioni di risultati. Andiamo a vedere nel dettaglio calendario, combinazioni e classifiche avulse.


questo campionato che, scudetto a parte, sembra non voler finire mai, ci saranno ancora tantissimi verdetti da decidere nell'ultima emozionante giornata di Serie A. La terza squadra che retocederà in B assieme a Chievo e Frosinone, le due che andranno in Europa League e le altre due che, insieme a bianconeri e Napoli, staccheranno il biglietto per la prossima edizione della Champions League. Grazie ai risultati dell'ultima giornata ci sono ancora quattro squadre teoricamente ancora tutte in corsa, con situazioni però diverse da caso a caso. L'Atalant…

Juventus, Dybala: "Voglio rimanere e Paratici lo sa. Ma non dipende solo da me"

Immagine
L’attaccante argentino ha parlato del suo futuro a margine di un evento commerciale: "Paratici già lo sa, io voglio continuare a giocare in bianconero. Ma non dipende solo da me, anche la società dovrà fare le sue scelte. Il nuovo allenatore? I tifosi vogliono il bel gioco"






L’ultima stagione non è stata la sua migliore alla Juventus. Più di qualche ombra per Paulo Dybala, per il quale si è anche ipotizzato un futuro lontano dal club bianconero. A dare forza a queste voci anche le parole del fratello Gustavo, che nel corso di un’intervista rilasciata in Argentina aveva parlato della voglia del numero 10 di cambiare aria. Ma a fare chiarezza sulla situazione è stato lo stesso Dybala: interveuto ai microfoni dei cronisti presenti a margine di un evento commerciale, l’attaccante argentino ha fatto il punto sul suo futuro. "L’ultima stagione credo sia stata come le altre – ha esordito Dybala -, tanti obiettivi a livello di gruppo li abbiamo raggiunti e quella è la cosa più im…

Calciomercato Juve, contatti per Milinkovic-Savic. Si tratta con la Lazio

Immagine
La Juventus è tornata in modo prepotente su Sergej Milinkovic-Savic. Gianluca Di Marzio riporta che ci sarebbe un'intesa di massima con il giocatore, obiettivo bianconero già negli anni scorsi, ma la Lazio adesso avrebbe aperto ad una sua cessione e quindi si va a trattare per quanto riguarda il cartellino ed eventuali contropartite tecniche.

La Juve va avanti in maniera molto concreta per quanto riguarda Milinkovic che può rappresentare uno dei colpi del mercato bianconero per quanto riguarda il centrocampo e quella mezzala di qualità e fisicità che la Juve cerca a prescindere da chi sarà l'allenatore.


Non è stata una stagione straordinaria quella del serbo (nonostante il premio MVP assegnatogli dalla Lega Serie A), quindi i compratori cercheranno di tenere il prezzo più basso rispetto alle cifre che chiedeva Lotito fino all'anno scorso (cifre che avevano superato i 100 milioni di euro) ma le parti si aggiorneranno presto perché la Juve ha già messo dei paletti importanti p…

Juventus Allegri: i veri motivi dell’addio

Immagine
Dopo cinque anni passati insieme a fine stagione si divideranno le strade dell'allenatore livornese e della scoeità bianconera. Una decisione arrivata dopo due giorni di incontri e che probabilmente si poteva anche intuire da alcuni indizi. Ma qual è il vero motivo della separazione?

La Juventus e Allegri hanno deciso: a fine stagione, dopo 5 anni passati insieme, le strade dell’allenatore e dei bianconeri si divideranno. La comunicazione ufficiale è arrivata questa mattina attraverso una nota abbastanza stringata, dopo due giorni di intensi confronti tra le parti in causa: Allegri da una parte e la società, nelle figura di Agnelli, Paratici e Nedved, dall’altra. Alla fine, dunque, l’intesa che inizialmente poteva sembrare facile da raggiungere non si è concretizzata. Ma allora qual è la vera motivazione alle spalle di questa decisione? Perché alla fine, anche se Allegri negli ultimissimi giorni aveva ribadito più volte di voler restare e di averlo comunicato al presidente, la pros…

Allegri: "Ci sono tutti i presupposti affinché io resti alla Juventus

Immagine
L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, intervistato da Rai Sport, ha commentato così la sconfitta di questa sera con la Juve: "La squadra non ha fatto male nel primo tempo se consideriamo il momento. Dobbiamo continuare a divertirci da qui alla fine del campionato". Allegri rimane alla Juve? "Tutti gli anni è così. Quando arriviamo in questo periodo partono i rumors. Tutti credono che io e la Juve non possiamo andare avanti, ma ci sono invece tutti i presupposti per farlo. Dobbiamo vederci e analizzare le strategie. La mia permanenza? Succederà, succederà".Mercato? "Di mercato non parlo, a questi ragazzi posso solo dire grazie per quello che hanno fatto in questa stagione. Non vediamo l'ora di festeggiare lo Scudetto coi nostri tifosi". Il battibecco CR7-Florenzi? "Sono cose che succedono in campo, Ronaldo era meno teso di Florenzi. Sono solo cavolate

Le prime pagine dei quotidiani sportivi del 8 maggio 2019

Immagine
Clicca sull'immagine per vedere tutte le prime pagine ⬆️⬆️⬆️

Liverpool Barcellona 4-0. Impresa Reds, Klopp in finale

Immagine
Clamorosa rimonta dei Reds nella semifinale di ritorno di Champions League, 4-0 al Barça dopo il 3-0 incassato al Camp Nou. Privi di Salah e Firmino ma subito avanti con Origi, i padroni di casa reggono l'urto di Messi e svoltano nella ripresa: doppietta di Wijnaldum in 122 secondi, poker di Origi al 79' che vale l'impresa. Barcellona eliminato, Liverpool in finale al Wanda Metropolitano contro la vincente di Ajax-Tottenham.
LIVERPOOL-BARCELLONA 4-0

7' e 79' Origi, 54' e 56' Wijnaldum

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, van Dijk, Robertson (46' Wijnaldum); Henderson, Fabinho, Milner; Shaqiri (90' Sturridge), Mané, Origi (85' Gomez). All. Klopp


BARCELLONA (4-3-3): ter Stegen; Sergi Roberto, Piquè, Lenglet, Alba; Rakitic (80' Malcom), Busquets, Vidal (65' Arthur); Messi, Suarez, Coutinho (60' Semedo). All. Valverde

Ammoniti: Fabinho (L), Busquets (B), Rakitic (B), Matip (L), Semedo (B)




Niente è impossibile ad Anfield, tantom…

Pjanic nega l'addio e risponde così ad un tifoso: "Puoi comprare la mia maglia"

Immagine
Miralem Pjanic via dalla Juve? Niente di certo, niente di ufficiale, è presto per parlare di calciomercato, ma il bosniaco - intervistato da Canal Plus in Francia - ha parlato del suo futuro e dell'interesse del Psg nei suoi confronti: "Si tratta di un club dove tutti i giocatori vorrebbero andare, perché c'è un progetto sportivo, ci sono dei grandissimi giocatori. Parliamo di una squadra che ha l'opportunità di vincere la Champions League".
"Voglio vincere la Champions"

Continua Pjanic, sempre sull'interesse dei francesi: "Il Psg è uno degli otto club più grandi in Europa, e in Champions vogliono andare più avanti di quanto siano riusciti a fare finora. E' una squadra rispettata nel giro dei giocatori, e quindi in caso si rimane in ascolto".

Dopo le parole rilasciate a Canal +, si è fatta sempre più probabile l'ipotesi di una cessione di Miralem Pjanic in estate. Tuttavia rispondendo ad un tifoso il centrocampista bosniaco ha negat…

Inter Juve 1-1: gol e highlights della partita. Cristiano Ronaldo risponde a Nainggolan

Immagine
Termina in parità il big match della 34^ giornata di Serie A, sfida aperta dal gran gol di Nainggolan dopo 7 minuti di gioco. Nerazzurri vicini al raddoppio con De Vrij e Icardi, campioni d'Italia che trovano l'1-1 nella ripresa grazie al solito CR7 (20 gol in campionato e 600 in carriera con i club). L'Inter non blinda ancora il 3° posto in classifica
INTER-JUVENTUS 1-1

7' Nainggolan (I), 62' Cristiano Ronaldo (J)

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano (80' Joao Mario), Nainggolan (74' Borja Valero), Perisic; Icardi (82' Lautaro Martinez). All. Spalletti


JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Can, Bonucci, Chiellini; Cancelo, Cuadrado, Pjanic, Matuidi (60' Kean); Alex Sandro (49' Spinazzola); Bernardeschi (86' Pereira), Cristiano Ronaldo. All. Allegri

Ammoniti: Cuadrado (J), Perisic (I), Chiellini (J), Kean (J)




Terzo posto non ancora blindato dall’Inter, quota 102 punti al traguardo che sfuma i…

Manchester United-Manchester City 0-2: gol e highlights, Guardiola è 1°. Perde l'Arsenal

Immagine
La squadra di Guardiola vince il derby e va a +1 sul Liverpool in vetta alla Premier League, ora a parità di partite giocate coi Reds. Decidono nella ripresa i gol di Bernardo Silva e Sané. Serataccia per De Gea. Lo United rimane sesto, a -3 dal Chelsea al quarto posto Champions e sempre dietro l'Arsenal quinto, sconfitto 3-1 nell'altro recupero sul campo del Wolverhampton.
MAN UNITED-MAN CITY 0-254' Bernardo Silva, 66' Sané MANCHESTER UNITED (5-3-2): De Gea; Ashley Young, Smalling, Lindelöf, Darmian (83' Sanchez), Shaw; Andreas Pereira (72' Lukaku), Fred, Pogba; Lingard (83' Martial), Rashford. All. Solskjaer MANCHESTER CITY (4-1-4-1): Ederson; Walker, Kompany, Laporte, Zinchenko; Fernandinho (51' Sané); Bernardo Silva, Gündogan (90' Danilo), David Silva, Sterling; Agüero (90' Gabriel Jesus). All. Guardiola Ammoniti: Kompany (MC), Andreas Pereira (MU), Zinchenko (MC), Shaw (MU)

Juventus:la nuova maglia divide il popolo bianconero.

Immagine
La nuova maglia della Juventus sta facendo il giro del web e ha già diviso i tifosi: nella prossima stagione il club campione d’Italia abbandonerà le classiche strisce bianconere per fare spazio a una sottile striscia rosa a metà tra i due colori simbolo. Ecco nel dettaglio il design della nuova casacca che Cristiano Ronaldo e compagni indosseranno nel 2019-2020.
La nuova maglia della Juventus dalla stagione 2019-2020: niente strisce bianconere e il rosa a dividere i due colori simbolo del club più titolato d'Italia


Il retro della nuova casacca juventina: numeri e nomi dei giocatori saranno in bianco su sfondo nero


Le tradizionali strisce bianconere restano solo all'altezza delle spalle, sia a destra che a sinistra. La nuova maglia ha già diviso i tifosi: c'è chi plaude al cambiamento e chi, invece, resta più legato alla tradizione e critica il nuovo design.

Ajax-Juve, Cancelo: "Dobbiamo vincere già ad Amsterdam. Cristiano Ronaldo ci sarà"

Immagine
L’esterno portoghese, out nelle sfide con Cagliari e Milan per un problema al polpaccio, è pronto per la trasferta di Amsterdam: “Vinciamo lì per un ritorno più sereno - ha detto a Sky Sport - CR7? Sarà convocato. Poi deciderà Allegri se farlo partire titolare o meno”.




Le ultime due partite con Cagliari e Milan le ha guardate dalla panchina. Joao Cancelo ha dovuto fare i conti con un problema al polpaccio, ma adesso è pronto a tornare in campo. Lo farà nella partita, ad oggi, forse più importante della stagione della Juventus, ovvero quella di Amsterdam. Ci sarà bisogno anche della sua spinta offensiva per cercare di strappare un risultato positivo in Olanda e giocarsi così un ritorno più tranquillo rispetto all’ultimo (l’impresa con l’Atletico Madrid).

Le sue condizioni




“Sto bene – ha raccontato l’esterno portoghese in esclusiva a Sky Sport - ho avuto un affaticamento al polpaccio e il mister non mi ha voluto rischiare nelle ultime due partite. Adesso però mi sento al meglio e sono pron…

Juventus, Bernardeschi: "Abbiamo consapevolezza ma con l'Ajax sarà battaglia"

Immagine
Il fantasista della Juve ha parlato al sito dell'Uefa ripercorrendo la fantastica serata contro l'Atletico e presentando la sfida dei quarti con l'Ajax: "Quella gara ci ha dato consapevolezza, ma ora abbiamo un'altra sfida difficile perché a questo punto ogni partita è una battaglia"











La mente è ormai tutta proiettata alla gara di Amsterdam dove la Juventus (mercoledì) si giocherà l'andata dei quarti di finale di Champions League contro l'Ajax. La notte dello Stadium contro l'Atletico Madrid e la strepitosa rimonta dei bianconeri sono ancora negli occhi. Un ricordo, vivo, che permette di avere stimoli supplementari in vista della trasferta olandese. Lo sa bene Federico Bernardeschi, che del 3-0 all'Atletico, è stato uno dei protagonisti assoluti. Il fantasista della Juventus non pone limiti e racconta il clima che si respira all'interno della squadra: "Ogni giorno, prima di quella partita, abbiamo alzato l'asticella e il grado di co…

Juve campione d'Italia se...: le combinazioni per lo scudetto 2019

Immagine
L'ottavo scudetto consecutivo non è ancora realtà ma è sempre più vicino per i ragazzi di Allegri. Contro la Spal ai bianconeri basterà solo un punto per far partire la festa tricolore. Ma potrebbe anche non servire.

L'aritmetica certezza ancora non è arrivata, ma la Juventus continua giornata dopo giornata ad avvicinarsi al suo ottavo scudetto consecutivo. Talmente vicina che per proseguire a riscrivere la storia ora le basterà compiere un solo ultimo passo. O meglio, conquistare un solo ultimo punto. E' tutto quello, si fa per dire, che servirà ai bianconeri per festeggiare ancora una volta il tricolore e far entrare nella gloria calcistica Massimiliano Allegri, pronto a diventare il primo allenatore di sempre a vincere 5 titoli consecutivi in Italia.

Dopo i risultati della 31^ giornata che hanno visto i bianconeri battere 2-1 in rimonta il Milan coi gol di Dybala e Kean e il Napoli, diretto concorrente della Juventus, pareggiare contro il Genoa in dieci per oltre un'o…

Inter Lazio 0-1, gol e highlights. Decide Milinkovic, biancocelesti in corsa Champions

Immagine
A San Siro un gol di testa di Milinkovic-Savic regala il successo alla Lazio, che torna in corsa per un posto Champions. L'Inter non sfrutta l'occasione per consolidare il terzo posto dopo il ko del Milan. In tribuna, ad assistere al match, Icardi con Wanda Nara.
INTER-LAZIO 0-1

12' Milinkovic-Savic

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio (79' Candreva), Skriniar, Miranda, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Borja Valero (74' Nainggolan), Perisic; Keita (84' Joao Mario). All. Spalletti


LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Bastos; Romulo, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto (67' Parolo), Lulic (87' Durmisi); Correa (28' Caicedo); Immobile. All. Inzaghi




Un gol di Milinkovic-Savic, grande a cui si rimproverava di non segnare alle grandi, e la Lazio esce da San Siro con una vittoria che sa di colpaccio. La zona Champions, infatti, torna improvvisamente a portata di mano grazie ai ko di Milan e Roma (scavalcata in classifica), con la sq…

Juventus-Empoli, Kean: "Non sono Cristiano né Messi, ma lavorando spero di esserlo"

Immagine
L’attaccante bianconero, dopo le due reti in Nazionale, si è ripetuto in campionato contro l’Empoli decidendo la sfida: “Sono molto contento, ma so che il lavoro è l’unica cosa che può aiutare a far bene in campo e a dimostrare quanto valgo”

Obiettivo centrato, per la Juventus, che voleva tornare al successo dopo la sconfitta incassata col Genoa. I bianconeri ci sono riusciti contro un ottimo Empoli, piegato soltanto dalla rete di Moise Kean che ha regalato i tre punti alla squadra di Massimiliano Allegri. L’attaccante è diventato, a 19 anni e 21 giorni, il più giovane attaccante a segnare 8 reti in Serie A dai tempi di Mario Balotelli. Il giocatore ha commentato così la partita, intervistato al fischio finale da Sky Sport: “Sono molto contento per un altro record, sono felice, sono sempre pronto a batterne un altro”. La chiave per arrivare al successo è una, quella del sacrificio: “Il lavoro è l'unica cosa che può aiutare a dare tanto in campo e a dimostrare ciò che valgo ogni dom…

Italia-Finlandia, le pagelle degli azzurri: Kean il migliore

Immagine
L'Italia vince e convince contro la Finlandia, iniziando nel migliore dei modi il percorso nelle qualificazioni a Euro 2020. Ma, soprattutto, gli azzurri mettono in mostra tanto talento: da Kean a Barella, tanti i giovani promossi.

È l'Italia delle speranze, quella dei giovani. Le qualificazioni a Euro 2020 iniziano con un successo, magari non spettacolare ma segnato da due ragazzi: Barella e Kean. Questo contribuisce a dare ottimismo per il presente e ad aprire uno squarcio di speranza per il futuro. Promossa, quindi, l'Italia di Roberto Mancini, che vince con i suoi giovani e prosegue nel percorso di crescita dettato ormai dal Ct dall'inizio della sua gestione. In questa prima giornata del girone di qualificazione, gli azzurri affrontavano un avversario non eccezionale. Ma si viene dal fallimento Mondiale e dall'inizio di un nuovo percorso, il valore della partita è quindi sicuramente positivo. Si inizia con una vittoria e con una Nazionale rivoluzionaria, con i g…

Cristiano Ronaldo, la sentenza Uefa: niente squalifica, multa da 20mila euro

Immagine
Niente squalifica per CR7, ma una multa da 20mila euro. È questa la decisione della commissione dell'Uefa che ha esaminato la controversa esultanza dell'attaccante bianconero alla fine del match contro l'Atletico Madrid nel ritorno degli ottavi di Champions League. Contro l'Ajax CR7 ci sarà

Cristiano Ronaldo, c'è la sentenza Uefa: la commissione disciplinare, dopo il gesto del portoghese al termine della gara di Champions League contro l'Atletico Madrid, non ha squalificato il numero 7 della Juve, che sarà dunque regolarmente in campo nell'andata dei quarti contro l'Ajax in programma in Olanda il prossimo 10 aprile. Per lui una multa (come fu nella circostanza di Simeone), di 20mila euro.
La ricostruzione

L'Uefa aveva aperto l'inchiesta per violazione dell'articolo 11, che lasciava la possibilità all'organo giudicante di scegliere la sanzione. In particolar modo, si trattava di prendere una decisione sull'articolo 11 comma 2 b e sull…

Juventus, Cancelo: "CR7 è il migliore al mondo, averlo in squadra rende tutto più facile"

Immagine
Dal ritiro della Nazionale portoghese Cancelo esalta Cristiano Ronaldo: "È il migliore al mondo, averlo in squadra rende tutto più semplice e ovunque è andato ha scritto la storia". E CR7 è tornato ad allenarsi con il Portogallo dopo quasi 9 mesi dall'ultima partita.
Entrambi portoghesi e compagni di Nazionale, Cancelo e Cristiano Ronaldo si sono poi ritrovati in estate alla Juventus. E, cronache di mercato, raccontano che proprio l'arrivo del terzino sia stato decisivo per la nascita della successiva idea che poi ha portato il fenomeno ex Real Madrid a Torino. Per Cancelo, senza alcun dubbio, la Juventus ha preso il miglior calciatore al mondo: "È il numero uno, averlo in squadre rende tutto più semplice – ha dichiarato dal ritiro del Portogallo – Ovunque va riesce a scrivere la storia, lo ha fatto con i club e anche in Nazionale. La gara con l'Atletico? Chiunque l'ha vista sa che abbiamo passato il turno con merito, tutta la squadra ha fatto una partit…

L’Uefa indaga sull’esultanza di Ronaldo. Decisione giovedì

Immagine
L’Uefa ha aperto un’inchiesta sull’esultanza di Cristiano Ronaldo contro l’Atletico Madrid in Champions e una decisione in merito arriverà giovedì 21. Lo ha comunicato ufficialmente l’Uefa stessa classificando il caso da esaminare come condotta impropria. L’attaccante della Juventus, protagonista dell’impresa bianconera della settimana scorsa negli ottavi di Champions con una tripletta, ha festeggiato contro i colchoneros facendo riferimento agli attributi. Indirettamente una risposta a Simeone, che all’andata aveva compiuto un gesto simile davanti alla propria panchina al Wanda Metropolitano ricevendo una multa di 20mila euro. Già nel giorno successivo al 3-0 bianconero, i media spagnoli avevano montato una polemica evocando una squalifica per Ronaldo. Ora la decisione spetta all’Uefa. La Juve nei quarti di Champions affronterà l’Ajax.

Milan-Inter 2-3: gol e highlights della partita. Derby spettacolo, Spalletti al 3° posto

Immagine
Va ai nerazzurri di Spalletti uno spettacolare derby vinto 3-2, successo che vale il sorpasso al 3° posto in classifica su Gattuso. Dopo l'1-0 di Vecino in avvio, nella ripresa succede di tutto: De Vrij raddoppia prima del guizzo di Bakayoko, Lautaro Martinez segna su rigore e vanifica il tap-in di Musacchio. Tensione sulla panchina rossonera tra Kessié e Biglia, decisivi nel finale i salvataggi di Handanovic e D'Ambrosio. Milan sconfitto dopo 10 gare utili, l'Inter si rialza nell'incrocio che vale la Champions.
MILAN-INTER 2-33' Vecino (I), 51'8 De Vrij (I), 57' Bakayoko (M), 67' rig. Lautaro (I), 71' Musacchio (M) MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez (58' Cutrone); Kessié (69' Conti), Bakayoko, Paquetá (46' Castillejo); Suso, Piatek, Calhanoglu. All. Gattuso INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Gagliardini, Brozovic (73' Borja Valero), Vecino (92' Ranocchia); Politano (…

Juve Atletico 3-0, gol e highlights. Tripletta CR7, bianconeri ai quarti di Champions

Immagine
Impresa strepitosa della squadra di Allegri che ribalta il 2-0 dell’andata e vola ai quarti di finale. Prestazione pazzesca del portoghese che fa due gol di testa e poi segna la rete della qualificazione su calcio di rigore.

Perfetta. La Juve sfata il tabù rimonta e compie un’impresa straordinaria, battendo 3-0 l’Atletico e ribaltando la sconfitta del Wanda Metropolitano. Una qualificazione che porta la firma del solito Cristiano Ronaldo, un marziano sceso in terra per condurre la squadra di Allegri ai quarti di finale. Tre gol, tre colpi vincenti che piegano nelle gambe e nel cuore il Cholismo, apparso quasi disarmato davanti allo strapotere del portoghese. Due colpi di testa che lo portano in cielo e poi la freddezza nel rigore che completa la rimonta e vale la prima tripletta europea con i bianconeri, a quello stesso Atletico travolto con altre tre reti nella semifinale del 2017. CR7 è la ciliegina sulla torta di una squadra che gira a mille e sfodera una prestazione strepitosa. La …

Real Madrid: Ramos, Florentino, Mourinho, ora è guerra "galactica"

Immagine
Presidente e capitano ai ferri corti: l’ennesimo big con cui Perez si scontra. La prossima battaglia sul portoghese: può arrivare al posto di Solari, e con Sergio ha pessimi rapporti.





dopo la seconda era Galactica, quella delle 4 Champions in 5 anni, del regno europeo protratto oltre i 1000 giorni, ecco la Guerra della Galassia. Alla Casa Blanca nulla è banale, mai. Nel bene e nel male. Impossibile pensare di vivacchiare su allori ancora freschi. Si respira un clima d’isteria nel quale ogni sconfitta è un dramma. Perché così è Florentino Perez. Uno che considera gli allenatori un male nemmeno troppo necessario, i direttori sportivi un inutile orpello, i giocatori di personalità pericolosi cospiratori.


IL RICORSO STORICO La guerra scoppiata con Sergio Ramos non ha sorpreso nessuno: "Mi ricorda quella con Fernando Hierro", diceva in tv Jose Felix Diaz, illustre collega di Marca vicinissimo al presidente. Il capitano cacciato in malo modo insieme a Del Bosque nel 2003, preludio…

La rassegna stampa dopo Napoli -juventus e Real Madrid-Barcellona

Immagine

Napoli, Ancelotti: "Allegri è come me, De Laurentiis è simile a Berlusconi"

Immagine
In una lunga intervista, l’allenatore degli azzurri ha presentato la sfida tra Napoli e Juventus di domenica: “La classifica non mente, i bianconeri sono straordinari e vorranno chiudere il campionato. Ma prima o poi vinceremo, ne sono convinto".

Non sarà lo scontro diretto come lo abbiamo definito negli ultimi anni, ma la sfida tra Napoli e Juventus resta carica di attrattiva nonostante la differenza di punteggio in classifica. Carlo Ancelotti ha parlato della partita e non solo, in una lunga intervista concessa a La Stampa: “La classifica non mente, la Juve è sopra la media e noi in una media molto elevata: è merito loro e demerito nostro. Il giudizio sul nostro campionato è annacquato dalla straordinarietà dei bianconeri, ma questa squadra potrà competere con loro. Vorranno chiudere il discorso campionato e se vincono effettivamente possono pensare ad altro. Se perdono, però, dovranno stare all’erta”. Napoli-Juventus sarà anche il confronto tra due grandi allenatori: “Allegri v…

FA Cup, Chelsea-Manchester United 0-2: Herrera e Pogba affossano Sarri

Immagine
Negli ottavi di finale della coppa inglese, i Red Devils vincono allo Stamford Bridge e strappano il pass per i quarti. Ora per l’allenatore dei Blues la situazione diventa complicata.
Londra è terra di conquista per il nuovo Manchester United, quello targato Solskjaer. Dopo aver superato negli ultimi trentacinque giorni nella capitale Arsenal (in Coppa), Tottenham e Fulham (in Premier), i Red Devils s’impongono anche sul Chelsea (2-0) e approdano ai quarti di finale della FA Cup. Nel remake della finale dell’anno scorso questa volta l’esito è differente per i Blues e la pressione su Sarri è sempre più pesante. Il Chelsea prova a far vedere a che punto è con la “Sarriball” e si affida agli undici preferiti dal tecnico italiano e all’immancabile 4-3-3. Solskjaer fa i conti con le assenze di Lingard e Martial e ne approfitta per schierare il rombo a centrocampo, con Mata alle spalle di Rashford e Lukaku.
POGBA, ASSIST E GOL — Herrera sembra essere dappertutto e non soltanto in mezzo al te…

CHAMPIONSLEAGUE Ajax Real Madrid 1-2, gol e highlights. Decidono le reti di Benzema e Asensio

Immagine
Il Real Madrid vince 2-1 all'Amsterdam Arena contro l'Ajax. Tutte le reti nel secondo tempo: vantaggio ospite con Benzema, pareggio di Ziyech, poi il gol decisivo di Asensio a 3 minuti dal 90'. Ritorno il 5 marzo al Santiago Bernabeu.

AJAX-REAL MADRID 1-260' Benzema (R), 75' Ziyech (A), 87' Asensio (R) AJAX (4-3-3): Onana; Mazraoui, de Ligt, Blind, Tagliafico; de Jong, van de Beek, Schöne (73' Dolberg); Neres, Tadic, Ziyech. Allenatore: ten Hag. REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Ramos, Varane, Reguilón; Kroos, Casemiro, Modric; Bale (61' Lucas Vazquez), Benzema (73' Asensio), Vinícius (81' Mariano Diaz). Allenatore: Solari. Ammoniti: Ziyech (A), Reguilón (R), Lucas Vazquez (R), Sergio Ramos (R). Vittoria del Real Madrid 2-1 in trasferta all'Amsterdam Arena. Ma a riempire gli occhi questa sera è stato soprattutto l'Ajax, riuscito nell'impresa di giocare in un modo quasi sublime per un'ora e di perdere contro una squadra, quella…

Figc, Gravina lancia l'Europeo in Italia: "2028? È più di un'idea"

Immagine
Il Presidente della Figc Gabriele Gravina si mostra ottimista sulla possibilità che l'Italia ospiti l'edizione degli Europei del 2028: "È più di un'idea". Il Presidente federale incassa poi i complimenti di Infantino e Ceferin sulle norme anti razzismo

UEFA, CEFERIN RIELETTO PRESIDENTE

VAR, ROSETTI: NON ANCORA PERFETTO, OBIETTIVO UEFA RIDURRE ERRORI





Euro 2028 è più di un’idea. Lo conferma il Presidente della Figc Gabriele Gravina ai microfoni di Sky Sport24: “Non è solo un pensiero ma un’idea fondata e inserita nel mio programma. Ho sempre sostenuto che ospitare gli Europei del 2028 possa dare un po’ di entusiasmo al calcio italiano. È un progetto sul quale lavorare insieme e uno stimolo per migliorare. Su questo siamo in sintonia con il Governo e con il Coni. Spero che anche l’Uefa possa assecondare questo desiderio così importante. I passi in avanti sugli stadi fatti da diversi club possono essere un elemento di forza: “Gli investimenti nelle infrastrutture dimo…

Milan Napoli 2-0, Piatek stende Ancelotti con due gol: Gattuso in semifinale di Coppa Italia

Immagine
San Siro in estasi per il polacco. All'11' l'ex Genoa approfitta dell'errore di Maksimovic e segna al primo tiro in porta tentato con la maglia del Milan. Poi raddoppia con una super giocata nell'uno contro uno con Koulibaly. Nel Napoli Insigne spreca nel primo tempo, e Ancelotti chiude con cinque attaccanti in campo. Ora per Gattuso una tra Inter e Lazio.



MILAN-NAPOLI 2-0

11' e 27' Piatek

Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Abate, Musacchio, Romagnoli, Laxalt; Kessié, Bakayoko, Paquetá (85' R. Rodriguez); Castillejo, Piatek (78' Cutrone), Borini (60' Calhanoglu). All. Gattuso

Napoli (4-4-2): Meret; Malcuit (85' Callejon), Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Fabian Ruiz, Allan (46' Ounas), Diawara (58' Mertens), Zielinski; Insigne, Milik. All. Ancelotti

Ammoniti: Malcuit (N), Milik (N), Koulibaly (N)

Bang! Bang! Due colpi di pistola infiammano San Siro. Nella prima da titolare con la nuova maglietta rossonera addosso, e il 19 sulle spalle, i…