Juve il punto della situazione dopo la sconfitta di Lione.

Immagine
La squadra di Sarri ha perso l'andata degli ottavi di finale a Lione per 1-0 e sarà chiamata alla rimonta all'Allianz Stadium. L'analisi sul momento dei bianconeri che si intreccia con quella dell'inizio della stagione.
Quello che vorrei vedere dalla Juventus è la capacità di andare a tutta birra dal 1’ al 90’ senza fare calcoli, senza pigrizie o altro. Sapete che le grandi squadre d’Europa vincono le partite, soprattutto magari quelle facili di campionato o anche in Champions, con 4 gol di scarto? Sapete quante volte il Bayern quest’anno ha vinto con 4 o più gol di scarto? Nove volte. E quante volte l'hanno fatto il Psg o il Borussia Dortmund? Sette volte. L’Atalanta, per dirne una, quattro volte ha vinto con uno o più gol di scarto. La Juve soltanto una (il 4-0 al Cagliari): è l’unica occasione in cui è andata a tutta birra dall’inizio alla fine, mentre invece 16 volte ha vinto con un solo gol di scarto. C’è una pigrizia/avarizia che secondo me questa squadra deve…

Beppe Marotta all'Inter, intesa totale con Zhang. Ufficialità entro il 15 dicembre






L’ex amministratore delegato della Juventus è volato in Cina per parlare con la famiglia Zhang. Il vertice fra le parti è andato benissimo, con un’intesa totale su ogni questione affrontata. L’ufficialità del suo ingresso all’Inter è attesa entro il 15 dicembre.

Otto stagioni in bianconero, ma queste potrebbero prestissimo rappresentare il passato. Già, Beppe Marotta è ormai pronto a ricominciare, con la speranza di riprendere il discorso laddove lo aveva finito. Ripetere i successi con la Juventus sarà un’impresa davvero difficile, ma a 61 anni l’ex amministratore delegato dei Campioni d’Italia ha ancora tanta voglia di mettersi in gioco: “In Italia, però”, aveva detto soltanto qualche giorno fa. E così sarà, perché l’Inter – dopo gli apprezzamenti di Antonello e dell’ex Presidente Moratti - è pronta ad aprirgli le porte di casa. Da Torino a Milano, poco più di 100 chilometri la distanza da percorrere. Decisamente meno rispetto a quanto non ne abbia fatta lo stesso Marotta per raggiungere la Cina.
Vertice e intesa totale

Da Malpensa a Pechino. Poi un ultimo sforzo e il tanto atteso arrivo a Nanchino, patria di Suning. Qui l’incontro con la famiglia Zhang, con il presidente nerazzurro Steve ma non solo. E il vertice è andato molto bene. Le parti hanno parlato di tutto, dalla situazione della rosa nerazzurra alla questione legata alle infrastrutture. Passando per lo stadio, le giovanili e il mercato. Un discorso a 360 gradi, sul quale gli Zhang hanno appoggiato l’opinione di Marotta su ogni punto. Intesa totale, dunque. Adesso manca solo l’accordo ufficiale, con la firma e il conseguente annuncio che dovrebbero diventare realtà entro il 15 dicembre. L’ex dirigente della Juventus, intanto, farà ritorno in Italia fra martedì e mercoledì. Stanco per il viaggio, ma con una valigia carica di stimoli ed aspettative: "Noi vogliamo tutti i migliori", aveva detto Steven nel giorno della sua nomina a presidente. Presto potrebbe essere accontentato.



Commenti

Post popolari in questo blog

Juve il punto della situazione dopo la sconfitta di Lione.

Juve e Barcellona starebbero parlando di un possibile scambio Rakitic - Bernardeschi

Inter, Nainggolan in discoteca con Corona. E i social si infiammano