Juve il punto della situazione dopo la sconfitta di Lione.

Immagine
La squadra di Sarri ha perso l'andata degli ottavi di finale a Lione per 1-0 e sarà chiamata alla rimonta all'Allianz Stadium. L'analisi sul momento dei bianconeri che si intreccia con quella dell'inizio della stagione.
Quello che vorrei vedere dalla Juventus è la capacità di andare a tutta birra dal 1’ al 90’ senza fare calcoli, senza pigrizie o altro. Sapete che le grandi squadre d’Europa vincono le partite, soprattutto magari quelle facili di campionato o anche in Champions, con 4 gol di scarto? Sapete quante volte il Bayern quest’anno ha vinto con 4 o più gol di scarto? Nove volte. E quante volte l'hanno fatto il Psg o il Borussia Dortmund? Sette volte. L’Atalanta, per dirne una, quattro volte ha vinto con uno o più gol di scarto. La Juve soltanto una (il 4-0 al Cagliari): è l’unica occasione in cui è andata a tutta birra dall’inizio alla fine, mentre invece 16 volte ha vinto con un solo gol di scarto. C’è una pigrizia/avarizia che secondo me questa squadra deve…

Napoli Roma 1-1, gol e highlights. Mertens risponde a El Shaarawy al 90°

Risultati immagini per napoli roma

Un ottimo Napoli crea tantissimo ma trova la rete solo allo scadere, con Mertens. Di El Shaarawy il momentaneo vantaggio della Roma. Juve a +6 sulla squadra di Ancelotti.

NAPOLI-ROMA 1-1

14' El Shaarawy (R), 90' Mertens (N)

Napoli (4-4-2): Ospina; Hysaj (70' Malcuit), Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik (75' Zielinski), Fabian Ruiz; Insigne, Milik (56' Mertens). All: Carlo Ancelotti.

Roma (4-2-3-1): Olsen; Santon, Manolas (75' Fazio), Juan Jesus, Kolarov; De Rossi (43' Cristante), Nzonzi; Under (64' Florenzi), Lo. Pellegrini, El Shaarawy; Dzeko. All: Di Francesco.

Ammoniti: Dzeko, Nzonzi, Manolas, Olsen, Pellegrini



Un Napoli bello, propositivo, ancelottiano: crea tanto, disegna trame avvolgenti, confonde la Roma con la sua manovra. Eppure, alla fine, è solo 1-1 al San Paolo, e gli azzurri devono anche ringraziare il gol allo scadere di Mertens, perché altrimenti a quest'ora staremmo parlando di una sconfitta: immeritata, ma pur sempre sconfitta. A condannare il Napoli poteva essere l'unica grande distrazione di tutta la gara, dopo nemmeno 15' di gioco, quando un buco difensivo sulla destra spiana la strada a Under, che serve al centro il liberissimo El Shaarawy regalandogli (d'altra parte il Faraone ha appena festeggiato il compleanno e aveva chiesto come regalo proprio un gol al Napoli) l'1-0 su un piatto d'argento.

Superato lo shock, il Napoli riprende a creare, con pazienza e costanza: un'occasione dopo l'altra, tentativi a ripetizione, con la Roma che intanto si rintana sempre più, fino quasi a rinunciare ad attaccare nella ripresa. Nonostante la mole di gioco, però, gli azzurri non vanno oltre due gol in fuorigioco e una serie infinita di palle che piovono nell'area giallorossa senza essere scaricate in rete. Finché, all'ultimo respiro, una girata sporca di Callejon nel cuore dell'area non diventa un assist per Mertens, che si avventa sul secondo palo e fa 1-1. A ringraziare una Roma bruttina e a un passo dal colpaccio è soprattutto la Juve, adesso a +6 sugli azzurri. I giallorossi, a 15 punti, sono invece nel gruppone che insegue le prime quattro, insieme a Milan, Fiorentina, Samp e Sassuolo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Juve il punto della situazione dopo la sconfitta di Lione.

Juve e Barcellona starebbero parlando di un possibile scambio Rakitic - Bernardeschi

Inter, Nainggolan in discoteca con Corona. E i social si infiammano