Juventus, intervento perfettamente riuscito per Chiellini: rientro previsto fra sei mesi

Immagine
Il capitano bianconero si è sottoposto questo pomeriggio ad intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato del ginocchio destro. Operazione perfettamente riuscita. Tempi di recupero stimati in sei mesi.

eseguito presso la clinica Hochrum di Innsbruck dal professor Christian Fink alla presenza del medico sociale della Juventus dott. Tzouroudis, è perfettamente riuscito e i tempi di recupero previsti sono di circa 6 mesi. Insomma, la rincorsa verso il rientro è ufficialmente partita. A 35 anni non sarà semplice, ma Chiellini è pronto all'ennesima battaglia della sua carriera. E chissà che non possa tornare al top per aiutare i suoi compagni nella seconda parte di stagione, quella più importante, oltre che per convincere Mancini in ottica Euro 2020.
La sua presenza contro il Napoli

Nell'ultimo match giocato dalla Juventus, quello contro il Napoli, Chiellini non ha potuto prendere posto in campo. Lo ha fatto in panchina, nonostante fossero passate solo 24 ore dal ter…

Nuova competizione UEFA per club, i dettagli su come potrebbe essere strutturata


Risultati immagini per immagini ecaRisultati immagini per immagini eca

L'ECA ha aperto all'idea di costituire un terzo torneo europeo per club interno alla UEFA che non si sovrapponga a Champions ed Europa League. La federazione europea deve ancora ufficializzare questo tipo di decisione: ecco come potrebbe essere strutturata la nuova competizione.

La nuova Coppa delle Coppe? Qualcosa di simile, l'apertura c'è e la volontà di costituire una terza competizione europea per club oltre a Champions ed Europa League sta portando la UEFA a dire sì. Dal 2021 è possibile che in Serie A si lotti non solo per i primi sette posti della classifica, ma anche per qualcosa in più. In qualche maniera, l'ECA riunito a Spalato l'ha annunciata, la federazione europea potrebbe davvero ratificare che tra tre anni si lotterà per dei posti nella... nuova Coppa delle Coppe?

Come potrebbe funzionare

Premessa, non è ancora stato definito quale sarà lo spazio riservato a questo torneo oppure l'importanza della manifestazione: vale a dire se sarà aperta solo alle squadre che, al momento, non riescono a qualificarsi all'Europa League con i preliminari, oppure se ci sarà un meccanismo di qualificazione connesso con i vari campionati. Una via di mezzo tra i due attuali tornei europei per club. Di certo si sa che l'Europa League sarà di nuovo a 32 squadre, snellendone il format e quindi aprendo la strada al terzo trofeo da sollevare a fine stagione. Proprio 32 è il numero attorno a cui ha ragionato l'ECA, per avere lo stesso numero di qualificate in tutte e tre le competizioni. Anche perché la Champions League, almeno fino al 2024, resterà con la formula iniziata per la stagione 2018-2019 (con quattro italiane qualificate).

La necessità di una riforma

Il calendario è una questione fondamentale per l'ECA: i numerosi impegni internazionali, uniti a quelli delle Nazionali, stanno portando la federazione presieduta da Andrea Agnelli a chiedere all'UEFA una riforma considerata necessaria ai calendari.

Come era strutturata la Coppa delle Coppe

Trentanove edizioni, dal 1960 al 1999, con l'ultima in cui ha trionfato la Lazio. Alla Coppa delle Coppe erano ammesse tutte quelle squadre che avevano, nella stagione precedente, conquistato la coppa nazionale, a patto che non fossero qualificate contemporaneamente alla Coppa dei Campioni. In questo caso, il posto sarebbe rimasto vacante. Nel caso in cui il numero delle squadre partecipanti fosse stato superiore a 32, veniva disputato un turno preliminare (solitamente ad agosto) per riportare a 32 squadre. Trentadue, proprio il numero base attorno a cui sta girando tutto il mondo dei club europei e dell'UEFA. Per arrivare a 96 squadre qualificate a tre competizioni europee per club, riportando in auge una nuova Coppa delle Coppe. Con formato diverso, ma con lo stesso fascino del passato.

Commenti

Post popolari in questo blog

Icardi Inter, rinnovo e prestito al PSG. Le ultimissime news di calciomercato

Juve, Dybala ora ride: con CR7 è a 10 gol. E con l’Empoli vola... I due attaccanti bianconeri già a 5 reti ciascuno. La Joya, col morale a mille, su un campo che ama

Juventus:la nuova maglia divide il popolo bianconero.