Juventus e Cuadrado ancora insieme, domani l'incontro decisivo

Immagine
Sembra ormai tutto fatto per il rinnovo di Juan Cuadrado con la Juventus. Come riportato da TMW, domani dovrebbe andare in scena l’incontro tra Fabio Paratici e l’agente del calciatore, Alessandro Lucci, per limare i dettagli relativi al nuovo accordo. Tutto lascia comunque pensare a un futuro del colombiano ancora in bianconero.

Non è ancora del tutto ultimato ma siamo molto vicini ". Cosi, pochi giorni fa, Fabio Paratici sul nuovo contratto di Juan Guillermo Cuadrado. Il colombiano è in scadenza con la Juventus ma il rinnovo è a un passo. Domani dovrebbe andare infatti in scena il contatto con l'agente Alessandro Lucci per limare i dettagli sul nuovo accordo. Per Cuadrado futuro ancora in bianconero.

Nations league :Italia -Polonia 1-1 sintesi e video highlights

<

Jorgignho risponde a Zielinski, Italia e Polonia si dividono la posta a BolognaLE FORMAZIONI -Undici rispettato da Roberto Mancini, con l'unica eccezione Biraghi - al posto di un Criscito infortunato - mentre al centro dell'attacco prende il suo posto Mario Balotelli. Confermato Insigne e soprattutto Bernardeschi, per cui poteva esserci un rebus ruolo (mezz'ala invece che ala), mentre Gagliardini e Pellegrini, riserve nei club, vengono inseriti nell'undici titolare. Zappacosta, Bonucci e Chiellini completano la difesa, Donnarumma è il titolare in porta. La Polonia punta su Fabianski invece che su Szczesny, lascia in panchina Piatek, Milik e Linetty, conoscenze della nostra Serie A. Così la difesa a quattro è formata da Bereszynski della Samp, Reca dell'Atalanta, Glik ex Torino e Bednarek. Blaszczykowski, Krychowiak, Klich e Kurzawa in mediana, ZIelinski dietro a Lewandowski. SUBITO SVEGLIA - L'Italia si presenta intraprendente, ma al primo affondo polacco rischia lo svantaggio: Lewandowski dimostra perché è uno dei migliori al mondo, imbucando per Zielisnki: a tu per tu con Donnarumma il napoletano si fa ipnotizzare. La risposta è affidata a un numero alla Zidane di Bernardeschi che si guadagna una punizione dal limite. Conclusione col sinistro impreicsa e palla che non impensierisce Fabianski. Poco dopo è Insigne, con uno stop e tiro, a mandare di poco alto. INCUBO PERENNE - Finalmente l'Italia sembra recuperare gambe, fiato e qualche volta idee, dopo un inizio shock. Gagliardini e Pellegrini non brillano, Insigne non si accende, l'idea è quella di aggrapparsi a Bernardeschi. Proprio lo juventino riesce a trovare una breccia nella difesa polacca, a otto dalla fine del primo tempo, facendo urlare al gol il Dall'Ara. Palla fuori di un soffio e grossa delusione per gli azzurri. Krychowiak rischia di bucare Donnarumma - bravo a deviare - ma nella seconda occasione di Zielinski, l'Italia va sotto: Lewandowski recupera il pallone su un erroraccio di Jorginho, mette in mezzo e il napoletano insacca. È il quarantesimo.STESSA SPIAGGIA - La seconda frazione inizia con la solita connection tra Lewandowski e Zielinski, ma stavolta è il centravanti a spedire alto (a Donnarumma battuto) un'occasione non semplicissima da addomesticare. Dall'altra parte c'è più verticalizazzione, Bernardeschi si muove sul filo del fuorigioco e rientra, mandando fuori di un soffio a Fabianski battuto. LA CHIESA AL CENTRO DEL VILLAGGIO - Il primo tiro in porta, però, arriva al 74', con Chiesa (neo entrato al posto di Insigne) che rientra sul destro e spedisce, non benissimo, verso i guantoni del portiere polacco: una deviazione, impercettibile, rischia di mandare fuori causa l'avversario, ma è troppo flebile. Poco dopo è proprio il viola a recuperare il pallone, saltare l'avversario, chiedere l'uno due e venire colpito in area: rigore per il tedesco Zwayer che Jorginho batte centralmente, spiazzando Fabianski per l'1-1. Le idee continuano a essere poche, le occasioni non ci sono e finisce così: il pari non soddisfa fino in fondo, ma il bicchiere - per larga parte - può essere visto come mezzo pieno, causa prestazione insufficiente. ITALIA-POLONIA 1-1 Marcatori: Zielinski 40', Jorginho 78'. Italia (4-3-3) Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Pellegrini (dal 46' Bonaventura), Jorginho, Gagliardini; Bernardeschi, Balotelli (dal 60' Belotti), Insigne (dal 70' Chiesa). Polonia (4-4-1-1) Fabianski; Bereszynski, Glik, Bednarek, Reca; Blaszczykowski (80' Pietrzak), Krychowiak, Klich (dal 55' Szymanski), Kurzawa; ZIelinski (dal 65' Linetty); Lewandowski.

Commenti

Post popolari in questo blog

Juventus e Cuadrado ancora insieme, domani l'incontro decisivo

Calendario ufficiale Serie A Tim stagione 2018-2019