Milan, ecco Daniel Maldini: per il figlio di Paolo prima volta tra i convocati

Immagine
Il rinnovo fino al 2024 di qualche giorno fa ne è stata la prima dimostrazione, la seconda è arrivata nella tarda serata: Daniel Maldini è nell’elenco dei 23 convocati per la partita contro il Napoli. Dalla lista mancano squalificati e infortunati, Calhanoglu e Borini per restare al reparto d’attacco, e Pioli ha pescato dalla Primavera il figlio dell’ex capitano.

E' la prima convocazione ufficiale con i grandi per il trequartista classe 2001, dopo aver trascorso con la prima squadra quasi tutto il ritiro estivo facendo anche bene nelle amichevoli. Siederà in panchina: e se fosse la serata del grande esordio?

CALCIO SERIE A Roma-Lazio 3-1: gol e highlights. Pellegrini trascinatore, festa giallorossa




La Roma si prende il derby e si lascia la crisi alle spalle: vantaggio con una magia di tacco di Pellegrini, entrato al posto di Pastore, poi nella ripresa il pari di Immobile e le reti di Kolarov e Fazio che fissano il risultato. 

ROMA-LAZIO 3-1  


45' Pellegrini (R), 67' Immobile (L), 71' Kolarov (R), 86' Fazio (R)
Roma (4-2-3-1): Olsen, Santon, Manolas, Fazio, Kolarov; Nzonzi, De Rossi (74' De Rossi); Florenzi (83' Juan Jesus), Pastore (36' Pellegrini), El Shaarawy; Dzeko. All: Eusebio Di Francesco.
 LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Caceres, Acerbi, Luiz Felipe; Marusic, Parolo (53' Badelj), Leiva, Milinkovic, Lulic (81' Caicedo); Luis Alberto (53' Correa), Immobile. All: Simone Inzaghi
Ammoniti: Olsen, Dzeko, Pellegrini

Con un 3-1 bello e perentorio la Roma ufficializza la sua uscita dalla crisi: dopo il 4-0 al Frosinone un nuovo passo importante, nel derby contro la Lazio, stesa con i gol di Pellegrini, Kolarov e Fazio, dopo il momentaneo pareggio di Immobile.
La sorpresa principale, nel prepartita, la regala Di Francesco, che avanza Florenzi sulla linea dei trequartisti a destra, mossa da cui otterrà più equilibrio ma anche incursioni continue e grande pericolosità su quel versante. E' una mossa "imprevista", però, a dare la svolta alla partita, dopo un avvio lento con una lunga fase di studio e un paio di interventi decisivi di Strakosha: alla mezz'ora Pastore, schierato inizialmente alle spalle di Dzeko, si infortuna ed è costretto al cambio. Al suo posto entra Pellegrini e Di Francesco lo schiera nella stessa posizione del Flaco. E proprio con un gol "alla Pastore" Pellegrini sblocca il derby dopo nemmeno 10', magia di tacco spalle alla porta (sempre quella, per il terzo gol di tacco della Roma in questa stagione) a chiudere un'azione confusa nell'area biancoceleste.
Nella ripresa una sciocchezza di Fazio spiana la strada dell'1-1 a Immobile, ma la Roma rialza subito la testa e nel giro di 4' è già di nuovo in vantaggio: punizione dal limite e sinistro di Kolarov che non perdona, battendo sul suo palo Strakosha, coperto dalla folta barriera. Chiude la festa all'86° Fazio, che di testa si fa perdonare il precedente errore, ma mezzo gol è di Pellegrini, autore della pennellata su punizione, palla tagliata che gira benissimo, con cui lo imbecca. 3-1 e una nuova partenza per la Roma, che adesso sembra davvero fuori dal tunnel. Per la Lazio ancora un ko contro una grande, dopo le sconfitte contro Juventus e Napoli, con cui si chiude la striscia di 4 successi di fila in campionato.

Commenti

Post popolari in questo blog

Ronaldo, post per i 400 gol. E spunta il commento di Marcelo

Milan, ecco Daniel Maldini: per il figlio di Paolo prima volta tra i convocati

Domani il CR7 day, poi Godin e Marcelo