Milan, ecco Daniel Maldini: per il figlio di Paolo prima volta tra i convocati

Immagine
Il rinnovo fino al 2024 di qualche giorno fa ne è stata la prima dimostrazione, la seconda è arrivata nella tarda serata: Daniel Maldini è nell’elenco dei 23 convocati per la partita contro il Napoli. Dalla lista mancano squalificati e infortunati, Calhanoglu e Borini per restare al reparto d’attacco, e Pioli ha pescato dalla Primavera il figlio dell’ex capitano.

E' la prima convocazione ufficiale con i grandi per il trequartista classe 2001, dopo aver trascorso con la prima squadra quasi tutto il ritiro estivo facendo anche bene nelle amichevoli. Siederà in panchina: e se fosse la serata del grande esordio?

CALCIO Frosinone Sampdoria 0-5, sblocca Quagliarella, poi i gol di Caprari, Kownacki e la doppietta di Defrel


I blucerchiati travolgono la squadra di Longo e salgono a 6 punti, in attesa del recupero contro la Fiorentina. Apre subito Defrel, poi nella ripresa dilagano Caprari, Kownacki e Defrel che, con una doppietta, sale in testa alla classifica dei marcatori
10' Quagliarella, 47' Caprari, 54' Defrel, 83' rig. Kownacki, 86' Defrel
La Sampdoria dà seguito al netto successo sul Napoli e cala il pokerissimo sul campo del Frosinone. Vittoria schiacciante quella dei blucerchiati, subito avanti dopo dieci giri di orologio con il solito Quagliarella, al 50° centro con la maglia della Samp. La reazione dei padroni di casa c’è ma si riassume tutta nei venti minuti successivi e, complice anche una sfortunata traversa, non basta a riequilibrare il punteggio. La squadra di Giampaolo mantiene il vantaggio dopo un po’ di sofferenza e all’inizio del secondo tempo chiude i giochi, con l’uno-due firmato da Caprari e Defrel, ancora in rete dopo la doppietta rifilata agli azzurri prima della sosta. Nel finale c’è gloria anche per il neo entrato Kownacki, che si procura e trasforma il rigore del 4-0, e di nuovo per l’ex Roma che completa la sua doppietta e sale in testa alla classifica dei marcatori. In attesa di recuperare la sfida contro la Fiorentina nella prossima settimana, la Sampdoria sale a 6 punti, mentre i ragazzi di Longo – troppo fragili in alcuni frangenti del match sia tatticamente che psicologicamente - restano a quota uno, con l’attacco che rimane ancora a secco di gol in questo inizio di campionato.

La partita

Longo conferma il 3-5-2 con Krajnc a completare la retroguardia in compagnia di Brighenti e Salamon. Zampano e Molinaro sono gli esterni di centrocampo, Soddimo fa da collante tra centrocampo e attacco, composto quest’ultimo dalla coppia Ciano-Perica. Sampaolo invece sceglie Colley come partner difensivo di Andersen, mentre a centrocampo c’è spazio per Ekdal e Linetty, con Jankto che si accomoda in panchina. Il tandem offensivo è quello che ha strapazzato il Napoli, formato da Quagliarella e Defrel, con Caprari preferito a Ramirez alle loro spalle. La Samp parte forte e mette subito alle corde gli avversari. Il primo tiro in porta arriva dopo 10 minuti ed è subito vincente. Brighenti sbaglia un disimpegno facile in difesa, Caprari conduce l’azione e allarga per Barreto che, di prima intenzione, serve in mezzo dove Quagliarella appoggia in rete da due passi. Lo svantaggio dà una scossa al Frosinone. La reazione è immediata, con il difensore ciociaro che prova subito a farsi perdonare con un bellissimo lancio per Perica. L’ex Udinese prova di testa a superare Audero, ma il portiere respinge in uscita la conclusione. La squadra di casa non si arrende e al 20’ va a un passo dal pari con il colpo di testa di Salamon, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, che si stampa sulla traversa. È di nuovo il centrale polacco, ex della partita, a riprovarci poco dopo, sempre di testa, ma questa volta il tentativo non inquadra lo specchio. Passata la mezz’ora, i blucerchiati tornano a farsi vedere in avanti con un paio di interessante verticalizzazioni, ben neutralizzate dalla difesa di Longo. L’ultima conclusione del primo tempo spetta invece a Chibsah che strozza il destro e non riesce a preoccupare l’estremo difensore avversario.
La buona verve mostrata dal Frosinone nel primo tempo si esaurisce in un lampo in avvio di ripresa. Passano 60 secondi, infatti, e Caprari sigla il raddoppio. L’assist è di Quagliarella che effettua un cross morbido verso il centro, con il trequartista che colpisce al volo e trafigge Sportiello. Il 2-0 è una mazzata per i ragazzi di Longo che spariscono dal campo e al 54’ incassano anche la terza rete: Defrel parte dal lato destro, salta Krajnc con una finta e realizza il suo terzo gol in campionato con il mancino sul primo palo. A questo punto entrambi gli allenatori danno il via alla girandola di cambi, ma è sempre la Samp a spingere per cercare di calare il poker. Il più pericoloso è Colley, prima spiazzato da un cross leggermente troppo lungo e poi impreciso nel colpo di testa che termina fuori. Dall’altra parte, invece, Audero è praticamente inoperoso e si gode un altro clean sheet che certifica il valore dei blucerchiati anche in fase difensiva. A sette minuti dal termine il neo entrato Kownacki viene steso in area da Hallfreddson, anche lui in campo a gara in corsa. Dal dischetto si presenta lo stesso polacco che spiazza il portiere e cala il poker. La serata nera del Frosinone, però, non è ancora finita perché Defrel, a porta sguarnita, realizza la doppietta sull’assist di Ramirez che sancisce il definitivo 5-0. Neanche questo basta comunque a spegnere l'entusiasmo del pubblico dello Stirpe che applaude i suoi a fine partita e regala, nonostante il ko, una bellissima immagine conclusiva al match.

Commenti

Post popolari in questo blog

Domani il CR7 day, poi Godin e Marcelo

Cristiano Ronaldo, che cifre! Da solo guadagna più di mezza Serie A

Milan-Manchester United 9-10 dopo 26 rigori!