Slitta di qualche ora l'annuncio ma entro il fine settimana Pep Guardiola verrà presentato come nuovo allenatore della Juventus.

Immagine
Ci siamo!...entro il fine settimana Ci sarà il tanto agoniato annuncio di GUARDIOLA come nuovo allenatore della Juventus.
Oltre tutte le circostanze che non lasciano molto spazio a dubbi, riportate nel nostro articolo dell'altro giorno(clicca qui per leggerlo) c'è anche da considerare che dopo il fallimmento dell'ennesimo "Sarriday" sembra proprio che il tecnico ex Napoli  (ormai libero dal Chelsea) NON sarà l'allenatore della squadra bianconera di Torino.
Intanto Pep Guardiola è da Lunedì in Italia e come se non bastasse l Uefa ha oggi pubblicato un comunicato in cui dice esplicitamente che il ricorso del Manchester City non verrà accettato...
Se i conti tornano è giunto il momento di tirare le somme!



CALCIO SERIE A Juventus-Napoli 3-1.Highlight del match







Nel secondo anticipo della settima giornata di Serie A, la Juventus batte il Napoli 3-1. Dall'incornata vincente di Koulibaly di aprile a quella di Mandzukic che ha impattato il gol dell'illusorio vantaggio siglato da Mertens: la storia recente di Juventus e Napoli è racchiusa in questi momenti. La vendetta sportiva dei bianconeri si consuma nel segno di Ronaldo, che ci mette lo zampino in ogni rete: dall'assist per il croato in occasione dell'1-1 a quello per il tris di Bonucci che ha chiuso la contesa, passando per il palo colpito all'alba della ripresa che ha spalancato la porta ancora al goal.




MERTENS E POI MANDZUKIC - Allegri torna al 4-3-1-2 con Dybala a supporto di Ronaldo e Mandzukic e la sorpresa Emre Can a centrocampo; Ancelottirisponde con l'ormai consueto 4-4-2 e il ritorno di Ospina tra i pali, Callejon eZielinski sugli esterni e il tandemInsigne-Mertens in avanti. La prima emozione è firmata Napoli al 6', quandoZielinski scocca un mancino che sbatte sul palo. La Juventus risponde con il gran destro di Ronaldo, disinnescato da Ospina. Sul ribaltamento gli azzurri passano con Mertens, ma ad avviare l'azione è Allan, che intercetta un passaggio di Bonucci e serve di prima Callejon, che a sua volta apparecchia al volo per il belga. Al 26' la Juve impatta il match con un'incornata di Mandzukic, ma i meriti sono di CR7, che ubriaca Hysaj e poi crossa per il croato, lasciato solo dalla difesa azzurra. Poco dopo i bianconeri sfiorano il sorpasso con la gran punizione sempre del portoghese, respinta da Ospina.


UN MARIO GOLEADOR, UN ALTRO ESPULSO - Pronti, via e la Juve segna. L'asse? Il solito: Ronaldo scaglia un potente destro sul palo e sulla sfera si avventa Mandzukic per il tap-in. Il Napoli prova a reagire con l'insidioso tiro-cross di Zielinski e il diagonale largo di Koulibaly ma sfiora il pareggio grazie a un pasticcio di Alex Sandro, che sradica la sfera dalle mani di Szczesny dopo una conclusione di Mertens, ma è poi bravo a salvare su Callejon. Piove sul bagnato per la banda Ancelotti,perché al 59' Mario Rui completa il suo pomeriggio difficile beccandosi il secondo giallo per fallo su Dybala.Sembra la pietra tombale sulle ambizioni del Napoli, ma al 72' serve un super Szczesny per salvare sul tentativo a tu per tu di Callejon, imbeccato da Milik, subentrato a Mertens. Questa sì che è la fine per gli azzurri, perché al 76' da corner Ronaldo (che poi sfiorerà il poker due volte) spizza sul secondo palo, dove c'è implacabile Bonucci.Implacabile, come questa Juventus che sa solo vincere.


Tabellino e pagelle


JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny 6.5, Cancelo 6.5, Bonucci 6, Chiellini 7, Alex Sandro 6, Emre Can 7 (16' st Bentancur 6) , Pjanic 6.5, Matuidi 6.5, Dybala 5.5 (20' st Bernardeschi 6.5) Ronaldo 7, Mandzukic 8 (38' st Cuadrado sv). (21 Pinsoglio 22 Perin 4 Benatia 15 Barzagli 16 Cuadrado 18 Kean 24 Rugani). All. Allegri 7.


NAPOLI (4-3-3): Ospina 6, Hysaj 6, Albiol 6, Koulibaly 6 Mario Rui 5, Allan 6, Hamsik 5 (25' st Ruiz sv), Zielinski 5.5 (1' st Malcuit 5.5), Callejon 5, Mertens 6.5 (16' st Milik 6), Insigne 4.5. (22 D'Andrea 27 Karnezis 9 Verdi 11 Ounas 13 Luperto 19 Maksimovic 30 Rog 42 Diawara). All. Ancelotti 6.


Arbitro: Banti 5.5.


Reti: nel pt 10' Mertens, 26' Mandzukic; nel st 4' Mandzukic, 32' Bonucci Angoli: 7-4 per la Juventus Recupero: 1' e 5'. Espulso Mario Rui (doppia ammonizione ) al 14' st. Ammoniti: Mario Rui e Insigne per proteste, Koulibaly e Cancelo per gioco scorretto, Hysaj e Bonucci per comportamento non regolamentare Spettatori: 39.552, incasso 2.734.641 (record in campionato per l'Allianz Stadium)

Settima vittoria consecutiva, più sei in classifica sul Napoli e nessuna voglia di fermarsi. La Juventus annichilisce anche gli azzurri, stendendoli 3-1 allo Stadium e volando a 21 punti. Percorso netto per i bianconeri in questo avvio di stagione in cui, contando anche lo 0-2 di Valencia in Champions, la Juve ha già messo in tasca otto successi. Felice e soddisfatto Massimiliano Allegri, che ha comunque posto l'accento su alcuni errori dei suoi giocatori: "Abbiamo giocato bene contro un buon Napoli – le parole ai microfoni di Sky Sport – siamo partiti però contratti, sbagliando troppo all’inizio. Subito il gol, è stato bravo Ronaldo a mettere sulla testa di Mandzukic il pallone del pari. Con l'espulsione di Mario Rui però abbiamo smesso di giocare, mi sono arrabbiato perché sul tiro di Callejon abbiamo rischiato".
Ronaldo si è integrato"


L'allenatore bianconero si sofferma poi sui singoli: "Ronaldo si è integrato, si diverte e lavora molto per la squadra. Stasera ha fatto la miglior partita della stagione, insieme alla mezz’ora fatta a Valencia. Dybala? Ha fatto una buona partita, soprattutto quando s'è messo a fare il centrocampista. E' bravo quando inizia l'azione e poi la va a chiudere. Ho risparmiato un po' di minutaggio a lui e Mandzukic perché martedì non avremo Ronaldo in Champions League. Campionato poco allenante? Dobbiamo ancora giocare con la Roma, con la Fiorentina. Manca tantissimo alla fine e non dobbiamo abbassare la concentrazione".
Le parole di Bonucci





Felice per la prestazione e per il gol anche Bonucci, autore del tris che ha chiuso la partita: "E' un gol importante, oggi era importante vincere. Mandare il Napoli a 6 punti è stato un grande passo, abbiamo iniziato con tanti errori tecnici perché volevamo giocarla dal basso, uscire da dietro, ci stava la voglia di giocare. Aspettavo questa rete da molto, grazie ai tifosi che hanno capito. Io devo rispondere sul campo e riportarli dalla mia parte. La dedica speciale va a mia moglie e la bimba che porta in grembo".







Fonte: skysport


Video:ourmatch.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Juventus-Guardiola, entro le prossime 48 ore ci sarà l’annuncio!

Slitta di qualche ora l'annuncio ma entro il fine settimana Pep Guardiola verrà presentato come nuovo allenatore della Juventus.

Italia Bosnia 2-1: Insigne gol e assist, Azzurri a punteggio pieno nel girone