Juventus e Cuadrado ancora insieme, domani l'incontro decisivo

Immagine
Sembra ormai tutto fatto per il rinnovo di Juan Cuadrado con la Juventus. Come riportato da TMW, domani dovrebbe andare in scena l’incontro tra Fabio Paratici e l’agente del calciatore, Alessandro Lucci, per limare i dettagli relativi al nuovo accordo. Tutto lascia comunque pensare a un futuro del colombiano ancora in bianconero.

Non è ancora del tutto ultimato ma siamo molto vicini ". Cosi, pochi giorni fa, Fabio Paratici sul nuovo contratto di Juan Guillermo Cuadrado. Il colombiano è in scadenza con la Juventus ma il rinnovo è a un passo. Domani dovrebbe andare infatti in scena il contatto con l'agente Alessandro Lucci per limare i dettagli sul nuovo accordo. Per Cuadrado futuro ancora in bianconero.

CALCIO SERIE A Juve-Bologna 2-0: decidono Dybala e Matuidi. Gol e highlights


Allo Stadium la Juventus domina la prima parte di gara contro il Bologna con l'obiettivo, non nascosto, di mantenere la testa della classifica a punteggio pieno prima del big match contro il Napoli di Ancelotti. Gol nel primo tempo di Dybala e Matuidi

Matuidi e Dybala. Getty 

JUVE-BOLOGNA 2-0 

11' Dybala, 16' Matuidi

Juventus (3-5-2): Perin; Barzagli, Bonucci, Benatia; Cuadrado, Pjanic (64' Emre Can), Bentancur, Matuidi, Cancelo; Dybala, Ronaldo.
Bologna (3-5-2): Skorupski; Paz, Danilo, Calabresi; Mbaye, Nagy, Dzemaili, Kreicj, Dijks; Falcinelli (68' Okwonkwo), Destro (68' Santander).
Ammonizioni: Pjanic (J), Paz (B), Danilo (B), Calabresi (B), Cuadrado (J)



Tutto semplice per la Juventus, che liquida il Bologna e continua la sua marcia a punteggio pieno, in attesa del big match di sabato contro il Napoli. Allo Stadium finisce 2-0, con i campioni d'Italia che sbrigano la pratica rossoblù in 16' e fanno 6 vittorie su 6. Si sblocca Dybala, che al 12' è bravo a ribattere in acrobazia in rete il pallone respinto da Skorupski su stoccata di Matuidi. Quattro minuti dopo il francese si prende la gloria personale, sfruttando un pallone rimesso in mezzo dal fondo da Cristiano Ronaldo. Troppo tenero il Bologna, che non accenna mai una reazione credibile. Resta a secco CR7, stoppato da Skorupski in avvio e meno avido di gol del solito. Ad Allegri, però, servirà di più in altre serate...
I progetti di Superlega paiono al momento accantonati: nominalmente Juve e Bologna giocano nello stesso campionato. Certo, poi guardi partite come quella dello Stadium e diventa complicato spiegare perché. Alla squadra di Allegri basta un quarto d'ora giocato a ridosso della soglia anaerobica per sistemare la questione e non sprecare energie preziose in vista della partita di sabato col Napoli. Al Bologna, con Inzaghi che ne cambia 4 rispetto alla vittoria con la Roma pensando anche all'Udinese, non pare vero che la Juve rallenti: la potenziale figuraccia è evitata. E tutto il resto è sostanzialmente noia, coi vari Barzagli, Bentancur e Benatia che mettono minuti preziosi nelle gambe.
VAI DYBALIK — Così la nota positiva nella serata della Juve è il ritorno al gol da migliore in campo di Paulo Dybala, che aveva esulato l'ultima volta proprio allo Stadium contro il Bologna esattamente 144 giorni fa. A Paulo il ritorno al 3-5-2 fa un gran bene: con solo lui e Ronaldo davanti, la Joya è sostanzialmente libera di inventare a tutto campo. Ne viene fuori la miglior prestazione stagionale: gol di destro all'11 dopo la prodezza di Skorupski (migliore del Bologna) su Matuidi, da lui stesso imbeccato con l'assist di "coppino". E pure l'avvio dell’azione del 2-0, finalizzata da Matuidi dopo la rifinitura di un CR7 non esattamente scintillante, che resta a secco dopo tre gol in due partite. Contro avversari così, non c'è nessun bisogno dei suoi gol.



Commenti

Post popolari in questo blog

Juventus e Cuadrado ancora insieme, domani l'incontro decisivo

Calendario ufficiale Serie A Tim stagione 2018-2019

Serie A, tutte le terze maglie del campionato 2018-2019. FOTO