Milan, ecco Daniel Maldini: per il figlio di Paolo prima volta tra i convocati

Immagine
Il rinnovo fino al 2024 di qualche giorno fa ne è stata la prima dimostrazione, la seconda è arrivata nella tarda serata: Daniel Maldini è nell’elenco dei 23 convocati per la partita contro il Napoli. Dalla lista mancano squalificati e infortunati, Calhanoglu e Borini per restare al reparto d’attacco, e Pioli ha pescato dalla Primavera il figlio dell’ex capitano.

E' la prima convocazione ufficiale con i grandi per il trequartista classe 2001, dopo aver trascorso con la prima squadra quasi tutto il ritiro estivo facendo anche bene nelle amichevoli. Siederà in panchina: e se fosse la serata del grande esordio?

CALCIO Cagliari-Milan 1-1: Higuain segna il suo primo gol in rossonero ma non basta. Gol e highlights

Finisce in parità alla Sardegna Arena tra rossoblu e rossoneri. Cagliari in vantaggio in apertura, già al 4', con Joao Pedro. Nella ripresa la reazione della squadra di Gattuso che raggiunge l'1-1 con il primo gol di Higuain in campionato. Per il "Pipita" il settimo in otto gare contro il Cagliari.
Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna, Klavan, Romagna, Padoin; Barella, Bradaric, Castro (84' Dessena); Joao Pedro (64' Sau); Farias (52' Ionita), Pavoletti


Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez (85' Laxalt); Kessié, Biglia, Bonaventura (66' Bakayoko); Suso, Higuaín, Calhanoglu (71' Castillejo)
Storicamente complicata la trasferta in Sardegna per il Milan, e tale i è confermata anche in questa stagione. La squadra di Gattuso ottiene un punto alla Sardegna Arena e, per come si era messa la partita, quello di parità può essere un risultato accettabile. Perché il Cagliari non ha avuto alcun timore reverenziale, ha giocato con il piglio della grande squadra: pressione asfissiante e giocate di qualità soprattutto nei primi 20' che, di fatto, sono stati un inferno per il "Diavolo". E al 4' partita già sbloccata da Joao Pedro che ha saputo sfruttare una gran giocata in verticale di Pavoletti con annesso tiro respinto dal palo. Successiva conclusione di Joao Pedro che non ha lasciato scampo a Donnarumma. Il Milan è andato, dunque, in difficoltà, ma ha saputo reagire, a piccoli passi, accettando di concedere qualcosa ma riportando il baricentro in avanti. Il Milan ha provato a creare ma un'attenta difesa dei sardi ha impedito a Higuain e compagni di riequilibrare il match nel primo tempo. Decisamente diverso l'atteggiamento del Milan nel secondo tempo. Squadra con idee più chiare e ritmi più alti complice anche l'impossibilità, per il Cagliari di mantenere la stella brillantezza mostrata nel primo tempo. E il gol del pari, un po' già nel'aria, è arrivato grazie all'opportunismo di Higuain abile a sfruttare un rimpallo, ad aggirare Cragno e depositare in rete per la prima marcatura in rossonero. Per il "Pipita" settimo gol in otto partite al Cagliari. Da lì in avanti l'inerzia del match è cambiata: grande possesso rossonero e Cagliari soprattutto dedito a chiudere gli spazi e a provare a ripartire. La squadra di Gattuso si è sforzata: sono entrati Castillejo, Bakayoko e Laxalt, ma non è riuscita a far sua la partita. A Cagliari finsce 1-1 e il punto può considerarsi conquistato, ma per puntare alla Champions, ai rossoneri, occorre qualcosa di più.

Commenti

Post popolari in questo blog

Ronaldo, post per i 400 gol. E spunta il commento di Marcelo

Milan, ecco Daniel Maldini: per il figlio di Paolo prima volta tra i convocati

Domani il CR7 day, poi Godin e Marcelo