Juventus, intervento perfettamente riuscito per Chiellini: rientro previsto fra sei mesi

Immagine
Il capitano bianconero si è sottoposto questo pomeriggio ad intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato del ginocchio destro. Operazione perfettamente riuscita. Tempi di recupero stimati in sei mesi.

eseguito presso la clinica Hochrum di Innsbruck dal professor Christian Fink alla presenza del medico sociale della Juventus dott. Tzouroudis, è perfettamente riuscito e i tempi di recupero previsti sono di circa 6 mesi. Insomma, la rincorsa verso il rientro è ufficialmente partita. A 35 anni non sarà semplice, ma Chiellini è pronto all'ennesima battaglia della sua carriera. E chissà che non possa tornare al top per aiutare i suoi compagni nella seconda parte di stagione, quella più importante, oltre che per convincere Mancini in ottica Euro 2020.
La sua presenza contro il Napoli

Nell'ultimo match giocato dalla Juventus, quello contro il Napoli, Chiellini non ha potuto prendere posto in campo. Lo ha fatto in panchina, nonostante fossero passate solo 24 ore dal ter…

Probabili formazioni Serie A, seconda giornata

Tutte le ultime notizie sulle probabili formazioni della seconda giornata
Tutte le ultime notizie sulle probabili formazioni della seconda giornata .
 prima giornata della stagione 2018-2019 ha regalato tanti spunti e non poche sorprese. Nel secondo turno scenderanno in campo per la prima volta in stagione Milan, Fiorentina e le due squadre di Genova. Per le altre c'è da confermare, aggiustare o rivoluzionare. Molti nuovi acquisti potranno essere utili alla causa; chi era in ritardo con la preparazione o la condizione ha avuto il tempo necessario per recuperare mentre chi ha avuto prestazioni sottotono spera di avere subito un'altra chance. Si inizia con Juventus-Lazio e Napoli-Milan. Ancelotti potrebbe confermare l'XI visto settimana scorsa a Roma mentre Gattuso potrebbe lanciare dall'inizio Bakayoko dato che, con Calhanoglu ancora squalificato, è possibile che Bonaventura venga inserito nel tridente. Nella Lazio ci sono due importanti rientri con Lucas Leiva e Lulic che tornano dall'inizio. Spalletti riabbraccia Nainggolan, finalmente in gruppo, e dovrebbe buttare nella mischia Skriniar. Tanti nomi nuovi potrebbero ritagliarsi uno spazio importante: occhio quindi ai vari Klavan, Gervinho, Zaza, Campbell... Ecco la situazione squadra per squadra. Il quadro è in costante aggiornamento grazie al prezioso lavoro degli inviati Sky.

JUVENTUS-LAZIO, sabato ore 18:00

Juventus, Bernardeschi a caccia di una maglia

Massimiliano Allegri dovrà sciogliere i dubbi sul sistema di gioco. A quel punto si capirà di più sull'XI titolare. La difesa non è un mistero con Cancelo e Alex Sandro ancora sulle corsie esterne. In caso di 4-2-3-1 ci saranno Pjanic e Khedira davanti alla difesa con l'unico dubbio legato a Cuadrado che resta favorito su Bernardeschi. Attenzione però all'ipotesi di un 4-3-3 senza (inizialmente) Dybala e con CR7 che agirà da esterno sinistro con Mandzukic punta centrale e Cuadrado abbassato a terzino.

Lazio, Inzaghi ritrova Leiva e Patric

Un po' di cambi rispetto alla gara d'esordio per Simone Inzaghi che starebbe testando anche una variazione tattica. In difesa indisponibile Luiz Felipe (stramento al polpaccio), al suo posto Wallace favorito su Bastos. In mediana rientrano dalla squalifica Lucas Leiva e Lulic che riprenderanno posto nell'XI titolare. Poco probabile la soluzione con il 3-4-2-1 con Leiva e Badelj nel mezzo e Milinkovic-Savic a fianco di Luis Alberto a supporto di Immobile.

NAPOLI-MILAN, sabato ore 20:30

Napoli, Ancelotti conferma tutti?

La vittoria in rimonta contro la Lazio potrebbe valere la conferma dell'XI titolare. Diawara, che settimana scorsa aveva cercato di scalzare Hamsik, non dovrebbe impensierire la titolarità del capitano. In difesa Maksimovic spera di avere una chance (al posto di Albiol) mentre in attacco ancora favorito Milik. Tra i pali salgono molto rapidamente le quotazioni di Ospina che potrebbe superare Karnezis e scendere in campo dal 1'.

Milan, più Musacchio di Caldara

La prima stagionale di Gattuso non è proprio facilissima: Higuain, titolarissimo senza se e senza ma, verrà fischiato come di consueto al 'San Paolo' ma cercherà di sfruttare al meglio le imbeccate di Suso e Bonaventura. Sembra essere infatti quest'ultimo la prima scelta dell'allenatore rossonero, che non avrà a disposizione Calhanoglu (fermo per squalifica). Il buco a centrocampo dovrebbe essere riempito da Bakayoko mentre in difesa occhio a Musacchio: Caldara, ancora troppo abituato alla linea a 3, potrebbe partire dalla panchina.

SPAL-PARMA, domenica ore 18:00

Spal, duello Missiroli-Everton Luiz

Semplici conta di recuperare qualche acciaccato ma cambierà poco rispetto alla formazione vittoriosa all'esordio contro il Bologna. Davanti si va verso il bis del tandem Petagna-Antenucci anche se Paloschi potrebbe recuperare terreno sull'ex atalantino. Viviani va verso la convocazione ma molto difficilmente sarà impiegato dal 1'. Formazione titolare che quindi vivrà sul ballottaggio tra Missiroli ed Everton Luiz con il primo in pole. 

Parma, Gervinho ci sarà ma solo dalla panchina

A guidare l'attacco di D'Aversa ci sarà ancora Roberto Inglese affiancato da Di Gaudio e Siligardi. Solo quest'ultimo rischia il posto a favore di Biabiany. Gervinho invece sarà con tutta probabilità convocato ma resta al momento una possibile arma a gara in corso. Dezi e Ciciretti restano indisponibili mentre attenzione ai possibili cambi in difesa con uno tra Iacoponi e Gobbi che potrebbe accomodarsi in panchina. 

CAGLIARI-SASSUOLO, domenica ore 20:30

Cagliari, possibile esordio di Ragnar Klavan

Molti dubbi di formazione per i sardi: Ceppitelli è out a causa di uno stiramento. Potrebbe esordire dall'inizio l'estone Klavan che si gioca il posto con Pisacane. A destra torna a disposizione Srna che però dovrebbe partire dalla panchina. In mediana si candida per una maglia da titolare il croato Bradaric che proverà a scalzare Cigarini. Ionita ancora trequartista.

Sassuolo, Lemos e Sensi titolari?

L'ottima prestazione contro l'Inter potrebbe valere la conferma per buona parte dell'XI titolare neroverde. Possibile che De Zerbi non cambi ma Lemos è recuperato mentre in mezzo sia Locatelli che Sensi sperano di avere una chance. In avanti non c'è da scartare l'idea Babacar. Il tridente visto contro l'Inter ha funzionato bene ma come dimostrato al Benevento con Diabatè, il calcio di De Zerbi riesce ad esaltare anche una punta centrale fisica.

FIORENTINA-CHIEVO, domenica ore 20:30

Fiorentina, si ferma Pjaca

Esordio assoluto per i Viola, con Pioli che non avrà a disposizione Veretout causa squalifica. Problemi anche per Pjaca, alle prese con un affaticamento muscolare. Il 4-3-3 di Pioli vede quindi in pole Eysseric che completerà il reparto d'attacco con Chiesa e Simeone. In mediana favoriti Gerson e Norgaard. Milenkovic agirà invece da esterno basso di destra.

Chievo, Seculin in pole. Torna anche Birsa

La frattura al naso rimediata da Sorrentino potrebbe non tenerlo ai box dato che il Chievo sta monitorando l'esperto portiere: non è escluso che giochi con una maschera protettiva. Al momento però il favorito è Seculin. Cambio in attacco con Birsa che tornerà dal 1' con Stepinski e Giaccherini a completare il tridente. In difesa D'Anna potrebbe giocarsi la carta Jaroszynski.

FROSINONE-BOLOGNA, domenica ore 20:30

Frosinone, Joel Campbell convocabile

Dopo la netta sconfitta all'esordio, Longo non rivoluzionerà la squadra. Campbell, salvo sorprese, sarà nella lista dei convocati ma partirà dalla panchina con speranza di minutaggio nel secondo tempo. Ciano e Perica vanno verso la conferma con l'ex Udinese che deve far dimenticare il pessimo esordio. In mediana ballottaggio tra Chibsah e Soddimo con quest'ultimo che potrebbe scalzare il compagno dall'XI titolare.

Bologna, pronta la coppia Palacio-Falcinelli

La prestazione di Santander all'esordio in A non è stata indimenticabile. In più il neo-acquisto ha accusato un piccolo problema alla coscia. Ecco che quindi Filippo Inzaghi punterà sul duo Falcinelli-Palacio con il rientrante Destro che proverà a scalzare uno dei due compagni. In mediana squalificato Nagy, in difesa cerca posto De Maio.

GENOA-EMPOLI, domenica ore 20:30

Genoa, Medeiros e Lisandro Lopez con il gruppo

In questa stagione la parola d'ordine in casa Genoa è duttilità. Quella rossoblù è una rosa che comprende giocatori capaci di svolgere più compiti. Il punto di partenza è sempre la difesa a tre: contro l'Empoli la cerniera difensiva sarà formata da Biraschi, Spolli e Zukanovic. Lisandro Lopez, al pari di Medeiros, è tornato con il gruppo ma parte in netto svantaggio. In mezzo Romulo dovrebbe agire da interno con Criscito che tornerà sulla sinistra. Il favorito sulla trequarti è Bessa mentre in attacco l'unico sicuro del posto è Piatek. Pandev e Kouamè si giocano l'altra maglia con Favilli pronto a subentrare a gara in corso.

Empoli, qualche dubbio solo in mediana

In casa Empoli portiere, difesa e attacco saranno con tutta probabilità confermati. Terracciano difenderà ancora la porta dei toscani mentre Pasqual non pare insidiare più di tanto Antonelli. A centrocampo invece qualche dubbio in più dato che Bennacer si candida per giocare dall'inizio. Contro il Cagliari era entrato a una manciata di minuti dal termine ma domenica potrebbe scalzare uno tra Capezzi e Acquah. 

INTER-TORINO, domenica ore 20:30

Inter, Spalletti ha provato la difesa a 3

Tempo di sperimentazioni per l'Inter di Spalletti che ha provato una linea a 3 che però difficilmente vedremo presto dal primo minuto. Quasi scontato quindi che i nerazzurri, contro il Torino, partiranno con la difesa a 4. Importante rientro di Skriniar, il sacrificato sarà De Vrij. Nei tre dietro ad Icardi ci sarà anche Perisic, con Asamoah che quindi tornerà 'basso' in difesa. Politano se la gioca alla pari con Keita. Nainggolan è rientrato col gruppo ma pare davvero difficile che possa scendere in campo dall'inizio. Nuova chance quindi per Lautaro Martinez.

Torino, stop per Baselli

Due recuperi e un infortunato. È questa la situazione dell'infermeria granata. Mazzarri potrà tornare a contare su Ansaldi, al rientro dopo la squalifica, mentre De Silvestri e Izzo provano a recuperare per non mancare l'appuntamento con San Siro. Si è fermato però Baselli per un problema al ginocchio. In mezzo quindi spazio a Soriano mentre in attacco ci saranno ancora Iago Falque e Belotti.

UDINESE-SAMPDORIA, domenica ore 20:30

Udinese, Barak è un 'problema'

Contro il Parma Velazquez ha provato a cambiare sistema di gioco per permettere soprattutto a Barak di essere più presente nella manovra bianconera. L'esperimento non ha convinto del tutto e il ceco rischia il posto sia con il 4-2-3-1 che con il 4-1-4-1. In porta migliorano le condizioni di Musso che ha ricevuto semaforo verde. Possibile però che il neo acquisto stia a riposo precauzionale. Tra i pali è duello aperto tra Nicolas e Scuffet. 

Sampdoria, Ronaldo dalla panchina

Il mercato blucerchiato ha portato molti nomi nuovi alla corte di Giampaolo. Contro l'Udinese mancheranno solo Regini e Praet. In difesa ballottaggio Andersen-Tonelli con il primo che ha avuto un piccolo problema fisico ma che spera di affiancare Colley nell'XI titolare. In mezzo Barreto parte nettamente favorito su Ronaldo ed Ekdal che devono ancora comprendere tutti i meccanismi di un ruolo molto importante nel gioco di Giampaolo. Davanti Defrel affiancherà Quagliarella. 

ROMA-ATALANTA, lunedì ore 20:30

Roma, Kluivert in rampa di lancio

Di Francesco sta seriamente pensando di lanciare dall'inizio il giovane Justin Kluivert. Il suo impatto nella gara d'esordio a Torino ha impressionato e contro l'Atalanta il figlio di Patrick potrebbe scalzare El Shaarawy. La difesa resterà la stessa di settimana scorsa mentre a centrocampo spazio a Cristante dal primo minuto.

Atalanta, inevitabile rotazione per Gasperini


Preliminare, campionato, preliminare, campionato. Calendario fitto per i nerazzurri che giocano per la seconda volta il 'Monday Night' di questa stagione di A. Dopo la partita d'andata contro i danesi del Copenaghen, Gasperini sta valutando condizione e stanchezza dei suoi. In difesa toccherà molto probabilmente a Djimsiti mentre sulla corsia esterna cerca posto dall'inizio Castagne. Rischia anche Pasalic con Pessina pronto a dargli il cambio. In attacco ancora ballottaggio Zapata-Barrow.

Commenti

Post popolari in questo blog

Icardi Inter, rinnovo e prestito al PSG. Le ultimissime news di calciomercato

Juve, Dybala ora ride: con CR7 è a 10 gol. E con l’Empoli vola... I due attaccanti bianconeri già a 5 reti ciascuno. La Joya, col morale a mille, su un campo che ama

Juventus:la nuova maglia divide il popolo bianconero.