Scambio Pjanic-Arthur, definito l’accordo. Domani a Torino le visite mediche per entrambi, poi le firme

Immagine
Le visite mediche saranno domani e saranno a Torino. Per entrambi. Arthur Melo si sta vestendo di bianconero e Miralem Pjanic di blaugrana, ma il luogo in cui svolgerà l’ultimo adempimento burocratico sarà il J Medical. Insomma, Juventus e Barcellona hanno definito lo scambio tra i due talenti del centrocampo: dopo che sono stati limati i dettagli, soprattutto assicurativi, tra i due club, ecco il momento dei test medici domenicali.

Non sarà il bosniaco a volare in Catalogna, ma sarà il brasiliano a spostarsi in Italia, nella sua futura città, in compagnia dei medici blaugrana. Arriverà già stanotte, intanto è partito dalla panchina nel match del Barcellona contro il Celta Vigo. L'obiettivo è ufficializzare l'affare entro martedì prossimo, 30 giugno, per poter mettere a bilancio le plusvalenze nell'esercizio 2019-20

Milan, Gattuso: "La Roma? Impariamo dagli errori di Napoli, ma siamo forti"

Il tecnico rossonero a Milan Tv: "Dopo il gol dell'1-2 abbiamo lasciato il campo, ma per quasi un'ora abbiamo dominato, non è da tutti giocare con quella personalità"


 Il difetto più grande del Diavolo visto sabato sera al San Paolo è sotto gli occhi di tutti e l'allenatore rossonero lo sottolinea in una intervista a Milan Tv: "Dopo il loro primo gol abbiamo lasciato il campo e questo è il rammarico più grande". Quel blackout che ha portato alla sconfitta contro la squadra di Ancelotti, però, ha nascosto i lati positivi della prima prova, che per Gattuso sono tanti: "Per preparare la partita con la Roma, una squadra forte, dovremo prendere le cose positive che si sono viste a Napoli, e sono tante perché non è da tutti andare al San Paolo e giocare con quella personalità. Siamo stati padroni del campo per quasi un'ora e li abbiamo messi in difficoltà. Dobbiamo lavorare sulla mentalità, interpretare la partita da squadra. Siamo forti, dobbiamo correggere qualche errore, ma ci vuole tempo anche se non ce n'è molto a disposizione"
Quanto ai singoli, il tecnico calabrese ha spiegato: "Siamo una squadra che in fase di palleggio coinvolge tutti i giocatori, non solo Biglia. Il gol dell'1-2 non è solo un errore di Lucas, anche Musacchio poteva darla indietro al portiere, ma siamo all’inizio e un errore può capitare. L’importante è interpretare la partita da squadra. Higuain? Io sono molto contento della sua prestazione anche se potevamo servirlo meglio. I due gol sono anche merito suo che si è mosso bene".

Commenti

Post popolari in questo blog

Scambio Pjanic-Arthur, definito l’accordo. Domani a Torino le visite mediche per entrambi, poi le firme

Figc, Gravina lancia l'Europeo in Italia: "2028? È più di un'idea"