Corona virus: Mihajlovic positivo al ritorno a Bologna è asintomatico, ora due settimane di isolamento

Immagine
Sinisa Mihajlovic è risultato positivo al Covid-19 al tampone di controllo a cui è stato sottoposto dopo il rientro di venerdì scorso a Bologna. A comunicarlo è stato lo stesso club rossoblù in una nota ufficiale. Secondo quanto riferisce la società, il tecnico serbo, 51 anni, è assolutamente asintomatico: come previsto dal Protocollo Nazionale, resterà in isolamento per le prossime due settimane.

Sono stati effettuati in questi giorni anche i tamponi sul gruppo squadra della Primavera, risultati tutti negativi. Domani, il giorno in cui è in programma il raduno a Casteldebole in vista della nuova stagione, saranno effettuati i test sui giocatori e i collaboratori della Prima squadra. Circa un anno fa il tecnico del Bologna annunciò di essere affetto da leucemia ed è stato sottoposto anche a un trapianto di midollo.

Dialogo Inter-Monaco, sul piatto Keita e Dalbert o Candreva. Ma anche senza scambio


All’Inter piace molto Keita Baldé, che era stato a un passo la scorsa estate, prima dell’irruzione del club di Rybolovlev nelle ultime ore di mercato. Il Monaco è fortemente interessato a Dalbert (ma attenzione al possibile inserimento di Candreva nell’operazione), una trattativa che va avanti da settimane senza uno sbocco autentico. Tra l’altro Spalletti non disdegnerebbe una conferma dello stesso Dalbert, perché consapevole di un rendimento migliore rispetto alla prima, sbiadita, stagione in nerazzurro. Si sta provando a capire la fattibilità dello scambio, ma nello stesso tempo l’Inter ha intenzione di andare fino in fondo per Keita, puntando sul fatto che l’ex Lazio ritenga ormai al capolinea la sua già brevissima esperienza con il Monaco. Spalletti sarebbe entusiasta, l’aveva già messo nei primi posti della lista, ricordando soprattutto quel derby capitolino che vide il senegalese come protagonista. Per Spalletti sarebbe una fantastica soluzione in nome della duttilità per tutti e tre i ruoli offensivi, un modo per dimenticare Malcom, e la spiegazione più logica alla rinuncia legata a Bernard, poi finito all’Everton. Occhio, dunque, alle trame Inter-Monaco: dall’ipotesi scambio alla possibilità nerazzurra di fiondarsi su Keita (in scadenza nel 2022 e pagato dal club monegasco circa 30 milioni) con formula alla Politano, prestito oneroso con diritto – praticamente obbligo – di riscatto".

Commenti

Post popolari in questo blog

Serie A, tutte le terze maglie del campionato 2018-2019. FOTO

Juve e Barcellona starebbero parlando di un possibile scambio Rakitic - Bernardeschi

Corona virus: Mihajlovic positivo al ritorno a Bologna è asintomatico, ora due settimane di isolamento