DYBALA: "Spero di poter tornare a giocare con Pogba

Immagine
Protagonista di un grande momento di forma con la maglia della Juventus, Paulo Dybala, attaccante della nazionale argentina, parla, intervistto da "OTRO", del rapporto con un suo ex compagno in bianconero, Paul Pogba: "Io e Paul abbiamo un bel rapporto e quando lui giocava qui cercavamo continuamente un modo di festeggiare nuovi gol. Ne abbiamo fatti tanti quindi i festeggiamenti cambiavano spesso. Spero che un giorno potremo festeggiare insieme di nuovo". Chissà se la Juve riuscirà ad "accontentare" la Joya.

Buffon si sbilancia:"Mbappé? Può diventare come Pelé e Maradona"



Gli è bastato un mese per aggiungere una nuova riga sul suo lungo curriculum. Gianluigi Buffon a 40 anni ha già vinto la Supercoppa di Francia, sabato, ma non è ancora sazio di vittorie. L'ex bianconero ha scelto il Psg anche per trasmettere quel patrimonio fatto di parate e di grandi partite, accumulato in una carriera ventennale, tra Parma e soprattutto Juventus. E si confessa in una lunga intervista al magazine del suo nuovo club, nelle edicole francesi con un numero che in copertina mette insieme Mbappé, campione del Mondo, e Buffon. Titolo trionfale: "Classe mondiale". Ecco alcune anticipazioni in esclusiva.
Ad intervistare il portiere, un ex collega, ex del Psg, Jérome Alonso. E Gigi inizia con qualche aneddoto degli albori della lunga carriera. Di quando da ragazzino giocava libero, e tale ruolo gli permise di capire meglio i meccanismi difensivi. O di quando adolescente, nel 1992, partecipò a un torneo francese, con il Parma. Finì che in finale parò 3-4 rigori in finale: "Alla fine la gente mi chiedeva autografi, da non crederci".
Buffon così spera di dare il suo contributo: "Penso di essere ancora competitivo e di poter aiutare i nuovi compagni. Bisogna avere uno scopo comune. Ma serve avere un grande gruppo che abbia voglia di soffrire insieme per vincere qualsiasi competizione".Ormai Buffon si allena con Neymar e pure Mbappé che gli fece gol due anni fa in semifinale di Champions, ai tempi del Monaco: "Ha qualcosa di speciale, ha qualcosa in più degli altri, è evidente, spero che resti umile e mantenga voglia di sacrificarsi e progredire. Se resta focalizzato sui suoi obiettivi diventerà uno dei più grandi come Pelé, Maradona, Ronaldo, Messi. Sono felice di giocare con lui e di aiutarlo se possibile a diventare ancora più forte"

Commenti

Post popolari in questo blog

Italia Usa 1-0: decide Politano al 94'. Debuttano Sensi, Grifo e Kean

Derby d'Italia: Inter Juventus 1-2

DYBALA: "Spero di poter tornare a giocare con Pogba