Post

DYBALA: "Spero di poter tornare a giocare con Pogba

Immagine
Protagonista di un grande momento di forma con la maglia della Juventus, Paulo Dybala, attaccante della nazionale argentina, parla, intervistto da "OTRO", del rapporto con un suo ex compagno in bianconero, Paul Pogba: "Io e Paul abbiamo un bel rapporto e quando lui giocava qui cercavamo continuamente un modo di festeggiare nuovi gol. Ne abbiamo fatti tanti quindi i festeggiamenti cambiavano spesso. Spero che un giorno potremo festeggiare insieme di nuovo". Chissà se la Juve riuscirà ad "accontentare" la Joya.

Ronaldo: "Vittoria fondamentale. Noi un po' nervosi alla fine"

Immagine
Il portoghese in grande forma: “Oggi era importante vincere per aumentare il vantaggio sull’Inter. Non era facile, il Parma ha giocato bene, la gara non è stata semplice”.

Ronaldo, Ronaldo. Doppietta, e la Juve allunga sull’Inter. Il portoghese è in uno stato di forma incredibile: sale a 16 gol in campionato, dieci nelle ultime sette partite disputate. "Oggi era importante vincere per aumentare il vantaggio sull’Inter. Non era facile, il Parma ha giocato bene, la gara non è stata semplice. Sono molto contento”.

Finale con sofferenza, per la capolista. “Abbiamo giocato un po’ nervosi negli ultimi 10 minuti, loro salivano, creava pericoli, hanno giocatori molto forti dentro l’area. Ma l’importante è solo aver conquistato questi tre punti fondamentali per la classifica”.

Juve e Barcellona starebbero parlando di un possibile scambio Rakitic - Bernardeschi

Immagine
Secondo Sky Sport, la Juventus e il Barcellona sarebbero tornate a parlare di un possibile scambio fra Rakitic e Bernardeschi. Il club blaugrana vedrebbe nel numero 33 juventino un prospetto per il futuro, mentre i bianconeri potrebbero inserire in rosa un giocatore di esperienza. Adesso resta da capire se questo affare prenderà quota e soprattutto quale potrebbe essere la valutazione dei due giocatori. La sensazione è che il Barcellona dovrebbe garantire alla Juve un conguaglio economico poiché Bernardeschi è più giovane rispetto a Rakitic. La valutazione del giocatore classe 94 dovrebbe essere tra i 40 e i 50 milioni. Inoltre, Maurizio Sarri non avrebbe fatto richieste di mercato e per questo motivo anche in mediana starebbe pensando a nuove soluzioni.

Higuain e Dybala,un goal in HD

Immagine
Higuain e Dybala duettano fin nell’area avversaria, poi Gonzalo trafigge Nicolas: è uno dei gol più belli dell’anno.
Passano gli anni e cambiano i decenni, però ci sono abitudini consolidate che resistono all’usura del tempo. Paulo Dybala e Gonzalo Higuain parlano la stessa lingua da sempre, non solo negli spogliatoi ma anche in campo. Per due stagioni hanno fatto la felicità dei tifosi della Juventus, segnando 100 gol in coppia, poi è arrivato Cristiano Ronaldo e Gonzalo è stato costretto a emigrare da Torino; è tornato dopo un anno ma non ha trovato gli stessi spazi, perché CR7 è un totem e non si tocca.

Gasperini avverte: "Inter da scudetto, ma in una partita secca può succedere di tutto"

Immagine
Gasperini: "Inter da scudetto, ma in una partita secca può succedere di tutto"

Il tecnico della Dea: "Il nostro target è da Europa". Su Conte: "Occhio al suo contropiede", dice sorridendo



Gian Piero Gasperini (61 anni), a Bergamo dal 2016. LAPRESSE


Anche se il passato, quel passato, è abbondantemente alle spalle, giocare contro l’Inter a San Siro per Gian Piero Gasperini non sarà mai una partita qualsiasi. E stavolta ancora meno del solito: se si può chiamare così per una squadra che ormai ha poco da dimostrare, è un esame di maturità. Una sfida a cui chiedere altre risposte, e di più alto livello, sulle ambizioni e le prospettive europee di questa Atalanta. La sua squadra vola, ma l’Inter non è da meno: per questo anche Gasperini è curioso di capire l’effetto che farà entrare in uno stadio stracolmo («Dove però abbiamo giocato tre buone partite di Champions, e anche se non sembra è una cosa che conta: hai misure che riconosci meglio, un migliore impatto co…

CR7,prima tripletta in serie A.La Juve travolge 4-0 il Cagliari.

Immagine
Il primo dell’anno hanno spostato le lancette indietro di cinque anni. La Juve batte 4-0 il Cagliari con la prima tripletta in Serie A di Cristiano Ronaldo: più che il 2020, sembra il 2015, quando CR7 in Liga spingeva palloni in porta con la ruspa. I conti per le classifiche sono presto fatti. In campionato, +3 sull’Inter: Sarri allunga a 45 in attesa di mettersi davanti alla tv per Napoli-Inter. Per i marcatori, +6: Ronaldo sale a 13, secondo dietro i 19 di Immobile. In silenzio, sorride anche il Dygualdo, paradossalmente in un pomeriggio in cui non si è visto nemmeno per un minuto. Dybala è stato a lungo il migliore e Higuain, entrato al suo posto, ha segnato il 3-0 (assist di Ronaldo…). Se non bastasse, nel finale ha fatto bene anche Douglas Costa: è entrato per Ramsey, giusto in tempo per regalare a CR7 il pallone del quarto gol.

Riportiamo indietro il video della partita e rivediamo la tripletta. L’1-0 è una lezione di presenza di spirito. Klavan palleggia sereno verso Walukiewi…

Milan, ecco Daniel Maldini: per il figlio di Paolo prima volta tra i convocati

Immagine
Il rinnovo fino al 2024 di qualche giorno fa ne è stata la prima dimostrazione, la seconda è arrivata nella tarda serata: Daniel Maldini è nell’elenco dei 23 convocati per la partita contro il Napoli. Dalla lista mancano squalificati e infortunati, Calhanoglu e Borini per restare al reparto d’attacco, e Pioli ha pescato dalla Primavera il figlio dell’ex capitano.

E' la prima convocazione ufficiale con i grandi per il trequartista classe 2001, dopo aver trascorso con la prima squadra quasi tutto il ritiro estivo facendo anche bene nelle amichevoli. Siederà in panchina: e se fosse la serata del grande esordio?